Il Giro d’Italia deve allontanarsi da Israele

https://electronicintifada.net/blogs/tamara-nassar/giro-ditalia-must-steer-away-israel

Il sindaco israeliano di Gerusalemme, Nir Barkat, che demolisce le case palestinesi per far crescere i coloni nella città occupata, con gli organizzatori della corsa ciclistica Giro d’Italia del 2018. (via Twitter)

I palestinesi invitano gli organizzatori del Giro d’Italia a smantellare un piano che vedrà la gara ciclistica del 2018 a Gerusalemme.

Israele è stato annunciato come ospite del più prestigioso evento ciclistico dopo il Tour de France. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Le forze armate israeliane usano munizioni da guerra in Al-Khalil e fermano due ragazzi

06 ottobre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron, Palestina occupata

Venerdì 06 Ottobre, circa 30 soldati israeliani sono entrati nell’area H1 di Al-Khalil con tre veicoli militari blindati.

Le forze armate israeliane sono entrate nella zona intorno alle 14.00, usando granate sonore e gas lacrimogeni verso l’asse centrale della città fino alla rotatoria di Manara. I veicoli guidavano avanti e indietro tra le due rotatorie sparando gas lacrimogeni e granate sonore in modo casuale.


Spettatori casuali e venditori di strada sono stati colpiti da gas lacrimogeni. Sono state utilizzate anche munizioni da guerra. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Sosteniamo i volontari  ISM in Palestina

5 ottobre 2017 |International Solidarity Movement
Dal 2001 il International Solidarity Movement (ISM) ha operato nella Cisgiordania palestinese occupata e nella Striscia di Gaza – dalla seconda Intifada del 2001.


In quanto movimento a guida palestinese in solidarietà con il diritto all’autodeterminazione del popolo palestinese, abbiamo facilitato l’impiego di migliaia di volontari per diventare osservatori e attivisti internazionali.
DONATE QUI

Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Quando gli edifici rompono le ossa

1 ° ottobre 2017 International Solidarity Movement, Nablus team | Urif, Einabus e Huwara Palestina occupata
Ieri è stato un viaggio sconnesso nei villaggi di Urif, Einabus e Huwara. Le loro periferie continuano ad essere minacciate dall’insediamento illegale di Yitzar, che si trova strategicamente su una collina sopra di loro, consentendo rapidi e terrificanti incursioni sulle case dei palestinesi e le colture esistenti sotto.

I coloni mascherati in Urif il giorno in cui Munir al-Nuri è stato attaccato, con soldati israeliani che li proteggono. Credito: Istituto per la comprensione del Medio Oriente

A Urif abbiamo incontrato il sindaco, che ci ha accompagnato vicino alla scuola del villaggio e in vista delle case degli insediamenti illegali appollaiati sopra una collina ricca di olive. Infine, ci ha portato a vedere un uomo di nome Munir al-Nuri, oggetto di una storia tragica in un giorno di aprile che avrebbe cambiato la sua vita per sempre. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Le forze israeliane sparano a tre persone e ne arrestano una nella Hebron occupata

29 settembre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron, Palestina occupata
Venerdì pomeriggio, il 29 settembre, le proteste sono esplose a Al-Khalil vicino a Bab al-Zawiya  circa alle 14:00. I militari hanno contrastato le proteste con bombe stordenti e sono avanzate in H1, sparando pallottole in acciaio ricoperto di gomma, con cui almeno tre manifestanti sono stati colpiti, rispettivamente nel collo, nello stomaco e  nel braccio. Durante la loro prima incursione in H1, i soldati hanno arrestato un giovane palestinese.

Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Kafr Qaddum commemora l’inizio della seconda intifada

29 settembre 2017 | International Solidarity Movement, Nablus team | Kafr Qaddum, Palestina occupata
Attivisti palestinesi e internazionali hanno marciato oggi a Kafr Qaddum per riconoscere due importanti eventi. Il 28 settembre ha segnato i 17 anni dal giorno della scoppio della seconda intifada nel 2000, durante la quale circa 3.000 palestinesi hanno perso la vita e è iniziata la costruzione del muro dell’Apartheid. La marcia di Kafr Qaddum ha anche celebrato la recente ammissione dello Stato della Palestina in INTERPOL, un passo visto da molti come parte di una spinta più grande per il riconoscimento.

Le forze militari israeliane sono entrate a Kfar Qaddum dall’insediamento di Kadumim.

La marcia si  è stata scontrata con due veicoli militari israeliani, dai quali i soldati hanno sparato proiettili di acciaio rivestiti di gomma verso la folla, che comprendeva circa due dozzine di bambini. Nessun attivista è stato ferito negli scontri.
Inoltre, secondo i leader della comunità palestinese, i coloni hanno rubato le olive dagli alberi di Kafr Qaddum – vita per gli agricoltori – negli ultimi due giorni. I coloni hanno continuato a molestare i palestinesi impunemente nonostante le proteste fatte all’esercito israeliano dall’Ufficio di coordinamento distrettuale (DCO). Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Le forze israeliane utilizzano munizioni letali nella Hebron occupata

22 settembre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron,  Palestina occupata

Venerdì 22 settembre, le solite  proteste piccole e non organizzate accanto al checkpoint Shuhada hanno suscitato una risposta esagerata dall’esercito israeliano. Alle 14:00 circa 15 soldati sono andati in H1 per inseguire i manifestanti, sparando gas lacrimogeni e bombe sonore. Successivamente, le jeep militari si sono diffuse in più punti focali della città, dove hanno continuato l’assalto.


Circa alle 15.00, i soldati  per la seconda volta in una settimana hanno sparato munizioni da guerra nella piazza Manara di Hebron occupata, una delle zone a più densa circolazione, mettendo a rischio passanti di tutte le età. Anche il traffico è stato interrotto, perché anche le strade che conducono alla piazza sono state bloccate. Manara è una delle principali congiunzioni della città, quindi i conducenti sono stati costretti a intraprendere percorsi alternativi, che hanno creato ulteriori disturbi nella città. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Tre militari israeliani e un palestinese uccisi in un attacco armato

http://imemc.org/

26 SET 9:43 AM
Aggiornato: Nella colonia israeliana di Har Adar martedì mattina, un presunto militante  ha aperto il fuoco su un gruppo della polizia di frontiera israeliana e guardie di sicurezza armate, uccidendone tre e ferendo un quarto.

YousefOthman

L’attaccante è stato poi colpito e ucciso dalle altre guardie israeliane di frontiera all’ingresso della colonia dell’ insediamento.

Il palestinese è stato poi identificato come Nimir Mahmoud Jamal, 37 anni, padre di quattro figli, dal villaggio di Beit Surik, a nordovest di Gerusalemme. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Continuano gli arresti di giovani palestinesi  nell’occupazione di Hebron

20 settembre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron,  Palestina occupata
Durante il giro di pattuglia nella città vecchia, mercoledì 20 settembre alle ore 16, il team di Al-Khalil si è imbattuto in un gruppo di circa 20 soldati e li ha seguiti attraverso il mercato della Città Vecchia. Le forze armate si sono scontrate con la sorpresa dei mercanti, che erano confusi sul perché loro erano lì.

I soldati erano situati di fronte al mercato e la situazione si è allargata rapidamente, con le granate stordenti usate in una zona affollata e con grande circolazione – nel tentativo di mandare via la folla. Ciò ha interrotto l’attività normale dei proprietari di negozi, che hanno dovuto chiudere rapidamente le proprie attività e cercare rifugio, il che ha sicuramente causato perdite finanziarie. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Chiusura di Kifl Hares dopo diverse incursioni e arresti notturni

19 settembre 2017 | International Solidarity Movement, Nablus Team | Kefl Hares, Palestina occupata 

“Ci puniscono in tutti i modi possibili”
Le ultime due settimane, 17 ragazzi e uomini di età compresa tra 16 e 25 anni sono stati arrestati durante le incursioni notturne nel villaggio di Kifl Hares. Da una settimana, l’esercito israeliano ha anche chiuso l’ingresso principale del villaggio, situato a sud-ovest di Nablus, in un punto caldo vicino all’insediamento illegale di Ariel. Ora gli abitanti del villaggio devono attraversare i villaggi circostanti per uscire, portando ad un aumento di 20 minuti il loro percorso quotidiano.

Alcune notti, le incursioni si sono verificate durante alcune delle vacanze ebraiche. I coloni hanno fatto un cerchio nella piazza del villaggio, ballando, protetti dai soldati posti sui tetti delle case palestinesi intorno alla piazza. ISM ha incontrato il padre di due dei giovani che sono stati arrestati. La casa della famiglia è stata attaccata sei volte nelle ultime due settimane. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment