I villaggi palestinesi attaccati, ma resistono ancora agli avamposti illegali

12 gennaio 2018 | International Solidarity Movement, Nablus team | Palestina occupata
Oggi a Kfar Qaddum i manifestanti, in marcia verso la strada chiusa a causa dell’insediamento illegale di Kadumim, sono stati attaccati dai militari israeliani. I manifestanti hanno incontrato lacrimogeni e proiettili di acciaio rivestiti di gomma. Fortunatamente non ci sono stati feriti gravi. Tre giorni fa però, centinaia di coloni dall’insediamento illegale di Havat Gilad avevano attaccato il vicino villaggio di Far’ata.

Quando gli ISMers hanno parlato ai manifestanti a Kfar Qaddum, hanno espresso più sollievo del solito sul fatto che oggi non ci sono feriti gravi. “C’è tanta violenza intorno alla West Bank in questo momento, quindi se qualcosa fosse successo qui temiamo che sarebbe passato inosservato”, dice il coordinatore principale Murad Shtawi. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Nuova costruzione a Umm al-Khair

14 gennaio 2018 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Umm al Khair, South Hebron Hills, Palestina occupata

Gli ISMers si sono uniti ad altri attivisti internazionali e israeliani nel villaggio beduino di Umm al-Khair sabato scorso su invito della comunità beduina. Sabato, il sabato ebraico, è stata una giornata impegnata a costruire un’abitazione per una famiglia beduina mentre le autorità israeliane hanno il loro giorno di riposo.

La nuova casa di Umm al-Khair

Umm al-Khair nacque nel 1948 quando gli abitanti dei villaggi beduini fuggirono durante la Nakba nel 1948 e si trasferirono sulle colline a sud di Hebron. Le case beduine che compongono il villaggio sono situate a pochi metri da una recinzione che le separa dall’insediamento sionista illegale di Carmel. I coloni di Carmel attaccano continuamente il villaggio lanciando pietre di notte per disturbare il loro sonno e tentare di fare pressione perché se ne vadano. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Palestinese ucciso dalle forze israeliane ad est di Qalqilyah

15 gennaio 2018
/www.aljazeera.com
Un palestinese è morto per le sue ferite dopo essere stato colpito dalle forze israeliane durante scontri nella Cisgiordania occupata, secondo i funzionari.

Palestinian killed by Israeli forces east of Qalqilyah

Ahmad Salim, 24 anni, è stato colpito dal fuoco israeliano lunedì dopo gli scontri scoppiati nella città di Jayous, a est di Qalqilyah, come riferisce l’agenzia di stampa palestinese Wafa. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Due adolescenti palestinesi uccisi dalle truppe israeliane

https://www.aljazeera.com/news/2018/01/palestinian-teenagers-killed-israeli-troops-180111202156476.html

Un manifestante palestinese gesticola durante gli scontri con le truppe israeliane vicino al confine con Israele [Ibraheem Abu Mustafa / Reuters]

Un adolescente palestinese della Striscia di Gaza è stato ucciso a est del campo profughi di Burij dopo che è stato colpito da un proiettile letale nel torace, secondo quanto riferito da fonti mediche.

Altri tre palestinesi sono stati feriti, uno in modo critico, hanno detto.

Una portavoce militare israeliana ha detto che “violenti scontri” hanno coinvolto giovani lanciatori di pietre in due punti lungo il confine di Gaza, e circa 50 palestinesi sono stati coinvolti. I soldati hanno aperto il fuoco perché i palestinesi “hanno rappresentato una minaccia”. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , | Leave a comment

Manifestazione notturna ad Al-Khalil, Hebron

9 gennaio 2018 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | al-Khalil, Hebron, Palestina occupata
Una manifestazione e una marcia contro l’occupazione della Palestina hanno avuto luogo ad Al-Khalil questa sera. I manifestanti si sono radunati a Dawar Ibn Roojd prima di marciare con torce accese al crepuscolo al checkpoint 56 in Shuhada street.


L’azione è stata organizzata da Dismantle the Ghetto, una raccolta di organizzazioni per i diritti umani, comitati di resistenza popolare e organizzazioni politiche palestinesi. Chiedono la rimozione dei checkpoint e degli insediamenti illegali a Hebron. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

La marina israeliana rapisce sei pescatori palestinesi a Gaza

9 gennaio 2018 11:46  Notizie IMEMC Città di Gaza,

Le navi della marina israeliana hanno attaccato, martedì mattina, diverse barche da pesca palestinesi nell’area di Sudaniyya, a nord-ovest della città di Gaza, e hanno sparato molti colpi contro di loro, prima di rapire sei palestinesi, tra cui due bambini.

La marina ha sparato molti colpi contro le barche da pesca, mentre navigavano a meno di quattro miglia nautiche dalla riva, e ha rapito sei palestinesi, dopo averli costretti a spogliarsi e nuotare verso le navi della marina. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Polverizzare la speranza

https://assawra.blogspot.it/2018/01/pulveriser-lespoir.html

Questa mattina, domenica 7 gennaio, aerei dell’occupante sorvolano terreni agricoli a Gaza
(Photo correspondant d’Assawra)

Esistono ancora, a Gaza, nonostante tutto, alcuni terreni agricoli. Servono a produrre ortaggi di una grande varietà a seconda delle stagioni. Vengono anche piantati alberi da frutta, in particolare agrumi. I Palestinesi amano la terra che li nutre.

Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Manifestazione del venerdì a Beit’El

https://palsolidarity.org/2018/01/friday-demonstration-at-beitel/
Alcune impressioni della manifestazione dello scorso venerdì (29 dicembre) a Beit’El, dove è stato stabilito un insediamento illegale:
L’insediamento di Beit’El è stato costruito illegalmente nell’anno 1977. Crescendo, la sua popolazione conta più di 5600 coloni. Prendendo le loro terre, i palestinesi non hanno più pieno accesso alle risorse idriche, all’agricoltura e alla mobilità.

Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Rilasciato Fawzi Al Junaidi

28 dicembre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | al-Khalil, Hebron,  Palestina occupata
Il International Solidarity Movement ha visitato la casa della famiglia di Fawzi Al Junaidi che è stato rilasciato dopo che la sua famiglia ha pagato una cauzione di 10.000 shekel il Mercoledì. Fawzi è tornato alla sua casa dopo un controllo all’ospedale. La foto iconica di un Fawzi malmenato scortato da 30 soldati israeliani dopo il suo arresto è diventata virale, attirando l’attenzione sulla forza eccessiva spesso usata dall’esercito israeliano.

Foto di [Wisam Hashlamoun / Anadolu Agency / Getty Images]

Il giovane palestinese è stato picchiato così duramente che una delle sue costole si è spostata di 3 cm fuori posizione dopo essere stata ripetutamente colpita da un fucile almeno quattro volte. Nonostante le sue ovvie sofferenze, è rimasto confinato, seduto sul pavimento di cemento per quattro ore ed è stato portato in ospedale solo 4 giorni dopo il suo arresto su ordine di un giudice. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Il campo di battaglia delle colline a sud di Hebron

28 dicembre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | al-Khalil, Hebron,  Palestina occupata
South Hebron Hills è una delle zone di battaglia contro la pulizia etnica della Palestina. Questa zona si estende lungo il confine meridionale della Cisgiordania. I villaggi di At-Tuwani, At-Tuba, Mufaqarah e Sarura si trovano nelle colline a sud di Hebron. Questi villaggi si trovano tra una linea di insediamenti israeliani lungo superstrada 317 e una zona militare israeliana a est. In effetti, gli abitanti dei villaggi locali vengono presi in mezzo tra l’esercito israeliano e i coloni sionisti.
Ci siamo incontrati con Fawaz, un leader della comunità locale di At-Tuwani, nel sito del Sumud Peace Camp. Qui gli abitanti dei villaggi locali hanno ristabilito il villaggio con l’aiuto di attivisti internazionali.

#Siamo Sumud – Avamposto illegale di Havat Maon sullo sfondo.

Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment