Israele inizia la demolizione di Khan Al Ahmar e usa la violenza contro i manifestanti pacifici

International Solidarity Movement, Khan Al Ahmar, Palestina, venerdì 6 luglio

Protesta pacifica contro la demolizione di Khan al Ahmar

Questa settimana, le forze israeliane hanno iniziato a prepararsi per la demolizione del villaggio beduino Al-Khan Al-Ahmar, tra Gerusalemme e Gerico nella West Bank di Palestina. Hanno attaccato  abitanti del villaggio e manifestanti con estrema violenza il mercoledì e il giovedì nel tentativo di liberare l’area e procedere con la distruzione dell’intero villaggio. Attivisti della solidarietà palestinesi e internazionali hanno alloggiato nella scuola del villaggio, che serve oltre 150 bambini della zona circostante, per diverse settimane al fine di prevenire la demolizione. Le forze israeliane sono arrivate mercoledì con veicoli da costruzione per iniziare a preparare una strada provvisoria per il villaggio dalla strada principale per consentire il passaggio dei bulldozer. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Israele conta di facilitare la proprietà di armi per i coloni

http://maannews.com

NABLUS (Ma’an) – L’Ufficio nazionale per la difesa della terra e la resistenza agli insediamenti dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP) ha dichiarato sabato che il governo israeliano fornisce pieno sostegno agli avamposti illegali e alla proprietà delle colonie.


Secondo il rapporto settimanale dell’ufficio sulle attività di insediamento israeliano, un certo numero di ministeri e agenzie governative israeliane hanno stanziato centinaia di milioni di shekel per sostenere la costruzione di aree di insediamento illegali e avamposti ancora più illegali.
Il rapporto ha confermato la portata del coinvolgimento del governo israeliano nel “furto” della terra palestinese e dei crimini di odio compiuti dai coloni israeliani nei confronti dei palestinesi e della loro proprietà privata. Continue reading

Posted in info | Tagged | Leave a comment

Attacchi aerei mortali israeliani martellano l’enclave di Gaza sotto assedio

http://www.middleeasteye.net
Almeno due adolescenti uccisi, molti palestinesi feriti in quello che il leader israeliano Netanyahu definisce “il colpo più duro” dal 2014

L’esercito israeliano dice che gli attacchi aerei di sabato hanno colpito più di 40 obiettivi (Reuters)

Uccisi due adolescenti e feriti almeno altri 14 palestinesi nella Striscia di Gaza assediata, hanno riferito funzionari sanitari a Gaza, in quello che l’esercito israeliano ha descritto come una delle sue più vaste operazioni dal 2014.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha affermato sabato scorso che Israele ha inflitto il suo “colpo più duro” ad Hamas dalla guerra del 2014 con la sua ondata di attacchi aerei e ha minacciato di intensificarli, se necessario. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , , | Leave a comment

Una giornata di demolizioni: case distrutte dai veicoli JCB ad Abu Nuwar

11 luglio 2018

Di Amy Hall, Lydia Noon, Eliza Egret e Tom Anderson di Corporate occupation

Non contenti della continua demolizione delle aule scolastiche, le autorità israeliane sono ora passate alla demolizione di case nella comunità palestinese beduina di Abu Nuwar.
Verso le 8:30 del mattino di mercoledì 4 maggio, Corporate occupation  ha visto soldati israeliani, polizia di frontiera e rappresentanti dell’amministrazione civile arrivare nel villaggio, che si trova nel distretto di Gerusalemme Ovest, e dichiarare l’area una zona militare chiusa. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Scontri scoppiano nel distretto di Hebron durante un raid israeliano

http://maannews.com
30 GIUGNO 2018 2:13 P.M.
HEBRON (Ma’an) – Scontri tra giovani palestinesi e le forze israeliane nella città di Beit Ummar, nel distretto sud-occidentale occupato di Beit Ummar, sabato, ha riferito l’agenzia di stampa Wafa di proprietà dell’Autorità Palestinese (PA).
L’attivista Muhammad Awad ha detto a Wafa che i soldati israeliani hanno fatto irruzione nella città, chiuso con la forza i negozi, fermato e ispezionato le auto.
I soldati israeliani hanno sparato proiettili di gomma rivestiti di gomma, granate stordenti e gas lacrimogeni ai residenti, provocando dozzine di intossicati per il gas lacrimogeno; sono stati curati in loco dai medici della Mezzaluna Rossa palestinese. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Due palestinesi, tra cui un quattordicenne, uccisi dalle forze israeliane a Gaza

https://www.haaretz.com/middle-east-news/palestinians/13-year-old-boy-shot-dead-by-israeli-forces-in-gaza-palestinians-repo-1.6221977
310 feriti in scontri vicino al confine tra Israele e Gaza, riferiscono fonti palestinesi, tra cui 133 portati agli ospedali

29 giugno 2018 21:19

Due palestinesi, tra cui un ragazzo palestinese di 14 anni, sono stati uccisi a Gaza oggi, venerdì dal fuoco israeliano nei pressi della città di Khan Yunis, secondo i funzionari palestinesi. Il ragazzo, identificato come Yasser Abu Anja, ha ceduto alle sue ferite dopo essere stato portato all’ospedale europeo nel sud di Gaza.

Scontri tra Palestinesi e esercito israeliano, oggi, frontiera di Gaza, Eliyahu Hershkovitz

L’altro ucciso il 24enne Mohammad al-Khamaida, palestinese, è stato gravemente ferito dopo essere stato colpito da proiettili veri e successivamente ha ceduto alle sue ferite. Continue reading

Posted in gaza, info | Leave a comment

L’ISM parla con ‘Aref Jaber sull’aumento dei raid delle forze israeliane nel suo quartiere

23 giugno 2018 | International Solidarity Movement, Al-Khalil team | Hebron,  Palestina occupata
‘Aref Jaber vive nel quartiere di Jaber nella zona H2 di Hebron occupata, sotto il controllo israeliano. È un attivista locale e lavora con i difensori dei diritti umani filmando e pubblicizzando le violazioni del diritto internazionale commesse dalle forze israeliane nella sua città.

‘Aref in ospedale dopo essere stato attaccato dalle forze israeliane (foto: Human Rights Defenders)

Il 2 giugno, “Aref è stato testimone e ha filmato l’omicidio di Rami Sabarneh, un operaio edile di 37 anni e padre di tre persone, da parte delle forze israeliane appena fuori da casa sua. L’esercito israeliano ha dichiarato che Sabarneh aveva tentato di spingere il suo veicolo contro le forze israeliane. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Estate del ritorno 2018

http://www.palsolidarity.org

Questo è un invito per tutti coloro che credono nella giustizia, l’uguaglianza e la libertà di venire in Palestina e sostenere la lotta palestinese per la liberazione.

Donne palestinesi che fanno volare gli aquiloni alla Grande Marcia del Ritorno a Gaza (Mohammed Asad, via Mondoweiss)

L’International Solidarity Movement sta cercando volontari da ora fino alla fine di agosto per partecipare alla campagna Summer of Return. I volontari assisteranno alle azioni in tutta la Palestina che aumentano la consapevolezza globale della Grande Marcia del Ritorno, proteste popolari su larga scala a Gaza, composte da migliaia di manifestanti ogni venerdì che chiedono di attuare il loro diritto a tornare alla loro terra e alle loro case. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

“Voglio solo che sia di nuovo un ragazzo normale”: appello della famiglia di Gaza per un aiuto urgente a sostegno del trattamento dell’11enne Mahmoud che è stato colpito da un cecchino israeliano

https://palsolidarity.org/

Mahmoud in ospedale a Ramallah oggi.

Mahmoud Sawalhi è un ragazzo di 11 anni di Gaza che è stato colpito alla testa e alla spalla con munizioni vere da un cecchino israeliano alle proteste del Grande Ritorno il 14 maggio. Una pallottola gli ha attraversato l’occhio ed è uscita dalla sua testa, e ha perso sia l’occhio che parte del suo cervello. Il suo cuore si è fermato due volte nell’ambulanza sulla strada per l’ospedale di Gaza, e è rimasto in coma per 6 giorni. Puoi vedere questo breve video che mostra Mahmoud in ospedale il giorno dopo che gli hanno sparato. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , | Leave a comment

‘La telecamera è la nostra arma pacifica’: conversazione con i più giovani attivisti di Hebron

https://palsolidarity.org

Tradotto da Badee Dueik e interpretato per un articolo scritto dai membri ISM
Abdullah e Saleh vivono con le loro famiglie nella zona di Tel Rumeida occupata a Hebron, sotto il controllo israeliano. Sono entrambi dodicenni e sono grandi amici da quattro anni. Sono i membri più giovani di Human Rights Defenders (HRD), un gruppo di attivisti palestinesi che usano giornalismo e video per denunciare i crimini quotidiani commessi dalle forze di occupazione israeliane e dai coloni sionisti ad Al-Khalil. Abbiamo parlato con loro del loro lavoro, delle loro motivazioni e delle loro esperienze sul posto di lavoro.

Saleh e Abdullah, entrambi di 12 anni

Come sei diventato coinvolto con i ‘difensori dei diritti umani’?
Abdullah: mi piace farlo. Ho avuto la mia macchina fotografica con me per la maggior parte del tempo anche solo per filmare i miei amici, ma ho iniziato a girare per HRD circa un anno fa. I nostri padri [Badee Dueik e Imad Abu-Shamsiya, entrambi membri prominenti del gruppo ‘difensori dei diritti umani’ ci hanno insegnato come riprendere la violenza dall’esercito e l’umiliazione dei palestinesi da parte di soldati e coloni nei video. Continue reading

Posted in opinioni | Tagged , | Leave a comment