A 3 minuti dalla fine della preghiera sulla collina di al-Risan, l’esercito israeliano lancia gas lacrimogeni; I manifestanti non si arrendono mai

https://palsolidarity.org/
26 aprile 2019 | International Solidarity Movement | Monte al-Risan, Palestina occupata
Questo venerdì un nutrito gruppo di fedeli si è riunito per pregare al Monte al-Risan. Quando sono arrivati, due gruppi di militari israeliani erano già schierati su ciascun lato della valle ad aspettarli.
I fedeli pregavano insieme davanti alla collina, come sempre di fronte alla Mecca, dovendo così anche guardare l’insediamento israeliano illegale. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Possiamo porre fine alla Nakba con speranza, resistenza e solidarietà reale

15 maggio 2019

https://bdsmovement.net/news/we-can-end-ongoing-nakba-hope-resistance-and-meaningful-solidarity

I palestinesi in patria e in esilio commemorano il 71 ° anniversario della Nakba del 1948, arabo per catastrofe. Con speranza, continuiamo a resistere e ad insistere sul nostro diritto alla libertà, alla giustizia, all’eguaglianza e alla dignità.

I palestinesi in patria e in esilio commemorano il 71 ° anniversario della Nakba del 1948, arabo per catastrofe. Con speranza, continuiamo a resistere e ad insistere sul nostro diritto alla libertà, alla giustizia, all’eguaglianza e alla dignità.

Stiamo anche inviando un messaggio di allerta e un appello alla vera solidarietà, non alla carità, in questo difficilissimo periodo della nostra lotta per la liberazione. Israele intensifica spietatamente ciò che il defunto Edward Said una volta descrisse come “la scomparsa” del popolo palestinese, politicamente, geograficamente e persino fisicamente. Ed è abilitato dal cieco sostegno dell’amministrazione anti-palestinese Trump e dalla profonda complicità dell’Unione Europea e di altre potenze mondiali. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

Eurovision 2019: ultimo appello da Gaza

https://www.aljazeera.com/
Haidar Eid

Un cantante palestinese si esibisce durante un evento che chiede il boicottaggio dell’Eurovisione sulle macerie di un edificio recentemente distrutto dai raid aerei israeliani a Gaza il 14 maggio [Reuters / Mohammed Salem]

Finora avete deciso di ignorare diverse richieste per onorare la linea del picchetto palestinese. Il 9 maggio, le organizzazioni e gli artisti della cultura di Gaza hanno emesso un forte richiamo chiedendo loro di boicottare la competizione per rispetto per i due bambini e due donne incinte insieme agli altri 23 palestinesi uccisi nell’ultimo assalto violento di Israele sulla striscia. Continue reading

Posted in gaza, info, opinioni | Tagged , , , , | Leave a comment

Nakba Day: 71° anniversario dell’occupazione da parte di Israele

16 maggio 2019

https://www.aljazeera.com/

Almeno 47 palestinesi feriti dai soldati israeliani tra le proteste in occasione del 71 ° anniversario della “catastrofe”.

Una donna palestinese che protesta contro il muro di separazione nella parte meridionale della Striscia di Gaza. IBRAHEEM ABU MUSTAFA / REUTERS

Migliaia di palestinesi si sono radunati mercoledì per celebrare il Nakba Day, ciò che i palestinesi chiamano “la catastrofe” che li colpì nella guerra che portò alla creazione di Israele nel 1948.

Centinaia di migliaia di palestinesi sono stati sfollati con la forza dalle loro case. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Nakba Day: lanciata la campagna globale per disattivare Airbnb

13 maggio 2019

https://imemc.org/article/nakba-day-global-campaign-launched-to-deactivate-airbnb/?fbclid=IwAR2fNuHz7_CBdKQ1u1ofaNdAfQGOPwQYOeuI8lvd3x4dEXPbrEmUXajfABc

Una coalizione globale ha lanciato una campagna, oggi, contro la società turistica internazionale Airbnb, per aver annullato la sua decisione di rimuovere le proprietà negli insediamenti israeliani illegali nella West Bank occupata e Gerusalemme, secondo un comunicato stampa. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

13,1 milioni di palestinesi in tutto il mondo dalla Nakba  del 1948 

https://www.maannews.com/
13 maggio 2019 
BETLEMME (Ma’an) – Nonostante lo spostamento di oltre 800.000 palestinesi dopo la Nakba del 1948 o “catastrofe” e lo spostamento di oltre 200.000 palestinesi dopo la guerra del 1967, la popolazione mondiale palestinese ammontava a 13,1 milioni alla fine del 2018, il che significa che il numero di palestinesi nel mondo è raddoppiato più di nove volte dagli avvenimenti della Nakba del 1948, riferisce l’Ufficio centrale di statistiche palestinese (PCBS).


Marcando il 71 ° anniversario Nakba, che coincide con il 15 maggio, PCBS ha detto che più della metà della popolazione palestinese viveva nella Palestina storica alla fine del 2018, dove il loro numero ha raggiunto i 6,48 milioni, 1,57 milioni vivono nei territori occupati nel 1948 attualmente chiamati Israele, 2,95 milioni nella West Bank occupata e Gerusalemme Est e circa 1,96 milioni nella Striscia di Gaza. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Le forze israeliane costringono dozzine di musulmani ad uscire dalla moschea di Al-Aqsa

12 maggio 2019

https://www.maannews.com/Content.aspx?id=783417

GERUSALEMME (Ma’an) – Le forze israeliane hanno preso d’assalto il complesso della moschea di Al-Aqsa nella città vecchia di Gerusalemme, dopo la mezzanotte, domenica, per costringere i fedeli musulmani ad uscire.
Testimoni oculari hanno detto a Ma’an che forze armate e forze armate israeliane hanno preso d’assalto il complesso mezz’ora dopo la fine delle preghiere musulmane di Tarawih e hanno costretto a uscire fuori dal complesso circa 50 fedeli rimasti ad Al-Aqsa. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , | Leave a comment

“L’affare del secolo”: benedizione degli Stati Uniti per il furto di terra e la ghettizzazione dei palestinesi da parte di Israele

https://www.middleeasteye.net/
Jonathan Cook
9 maggio 2019 
Sembra che il team di Trump in Medio Oriente abbia iniziato a implementare il piano negli ultimi 18 mesi anche senza la sua pubblicazione

Un rapporto pubblicato questa settimana dal giornale Israel Hayom apparentemente lascia trapelare i dettagli de “l’affare del secolo” di Donald Trump: si vede come il tipo di piano di pace che potrebbe essere messo insieme da un agente immobiliare o venditore di automobili.

Ma mentre l’autenticità del documento non è provata e anzi contestata, ci sono seri motivi per ritenere che spiani la strada dper ogni futura dichiarazione da parte dell’amministrazione Trump.

 February 4, 2016.
Le forze israeliane arrestano un palestinese durante scontri a Qabatya

Grande Israele
Non da ultimo, è la sintesi della maggior parte delle ambizioni della destra israeliana per la creazione di una Grande Israele, con poche iniziative rivolte ai palestinesi, la maggior parte delle quali è relativa a alleviare parzialmente lo strangolamento economico di Israele sull’economia palestinese.

Questo è esattamente ciò che Jared Kushner ci ha detto che “l’affare del secolo” sarebbe sembrato nella sua anteprima del mese scorso. Continue reading

Posted in opinioni | Tagged , , | Leave a comment

Gli artisti palestinesi: Israele utilizza Eurovision per promuovere l’ingiustizia

9 maggio 2019 http://maannews.com/

GAZA CITY (Ma’an) – Gli artisti palestinesi hanno invitato i partecipanti al concorso Eurovision “a boicottare la competizione musicale internazionale che Israele ospiterà la prossima settimana”.
Secondo l’Associazione degli artisti palestinesi, con sede nella Striscia di Gaza assediata, Israele sta usando l’evento musicale per “perpetuare l’oppressione, promuovere l’ingiustizia o coprire un brutale regime di apartheid”. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , , , | Leave a comment

Due prigionieri palestinesi continuano lo sciopero della fame da 37 giorni

http://maannews.com/
8 maggio 2019
RAMALLAH (Ma’an) – Due prigionieri palestinesi detenuti in detenzione amministrativa nelle prigioni israeliane hanno completato 37 giorni di sciopero della fame  e hanno confermato di continuare, come forma di protesta contro la loro detenzione, ha detto la Palestinian Prisoner Society (PPS), mercoledì scorso.
PPS ha confermato che Odeh Haroub, 32 anni, padre di dieci figli, del villaggio di Deir Samet, a sud-ovest del distretto sud-occidentale occupato di Hebron, e Hasan Awawi, 35 anni, padre di tre figli, anch’esso del distretto di Hebron, sono stati in sciopero della fame per 37 giorni chiedendo la fine della loro detenzione amministrativa. Continue reading

Posted in info, prigionieri | Tagged , , | Leave a comment

Un resoconto personale di detenzione, razzismo e regole infrante

8 maggio 2019 | International Solidarity Movement | Team Al-Khalil | Al-Khalil (Hebron), Palestina Occupata

https://palsolidarity.org/

Il quartiere di Salaymeh vicino al checkpoint di Salaymeh (160) è stato il centro delle tensioni tra palestinesi e israeliani nella città di Al-Khalil (Hebron). Questo checkpoint taglia fuori un quartiere già povero e in difficoltà dal resto della città. in questi posti di blocco, che sono in tutta Hebron, i palestinesi vengono fermati, rinviati a casa, perquisiti, vengono loro richiesti i documenti d’identità e a volte è negato loro il passaggio. I checkpoint sono un’umiliazione quotidiana ed un’intimidazione della popolazione locale da parte dell’esercito israeliano occupante. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment