Richiesta urgente di volontari: i palestinesi respingono l’ “affare del secolo”

https://palsolidarity.org/
 10 febbraio 2020
In un momento di intensa aggressione contro i palestinesi da parte delle forze di occupazione israeliane che reprimono le proteste del “Deal of the Century” in Cisgiordania, il International Solidarity Movement sta lanciando un appello urgente per i volontari.

I palestinesi si oppongono al “affare del secolo” durante una protesta ad al-Khalil (Hebron)

Qual è il “Deal of the Century?”
Il 28 gennaio 2020 Donald Trump e Benjamin Netanyahu hanno annunciato il loro piano di annessione per la Palestina. Presumibilmente per porre fine all’occupazione di 52 anni della Palestina da parte di Israele, il piano di “pace” è stato messo insieme senza alcun input palestinese e offre a Israele una lista dei desideri delle loro richieste di lunga data, a spese dei diritti e delle libertà palestinesi. Continue reading

Posted in info, training | Tagged , , | Leave a comment

‘Brutalità senza precedenti’: la famiglia di palestinesi mutilata dal bulldozer condanna Israele

https://www.middleeasteye.net/

24 febbraio 2020 

Tareq Hajjaj a Khan Yunus,  Striscia di Gaza assediata:

Il video del corpo di Mohammed al-Naem maltrattato dal bulldozer ha sconvolto i suoi parenti e ha causato indignazione in tutto il mondo

Belal al-Naem è rimasta sconvolta  vedendo il filmato: un bulldozer israeliano che trascinava, mutilava e faceva penzolare il cadavere di un palestinese nella Striscia di Gaza assediata. Poi ha scoperto che era il corpo di suo fratello.

“Ho vissuto lo shock due volte, prima, senza sapere che era mio fratello, e poi quando ho saputo che era lui”, ha detto a Middle East Eye. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , | Leave a comment

Bennett: Israele non cederà mai nemmeno un centimetro di terra agli arabi

22 febbraio 2020

https://www.middleeastmonitor.com/

Una vista dell’insediamento illegale noto agli israeliani come “Pisagot” (sullo sfondo) e la città palestinese di Al-Bireh, vicino alla città di Ramallah, Cisgiordania,9 dicembre 2010 [Issam Rimawi / ApaImages]

Il ministro della Difesa israeliano Naftali Bennett ha annunciato che il governo israeliano non cederà mai un solo centimetro di terra agli arabi, secondo quanto riferito da Al Watan Voice.

“Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo continuare l’impresa di insediamento”, ha riferito Al Watan Voice Bennet informando Israel Hayom. Ha aggiunto: Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Due palestinesi feriti mentre coloni ebrei irrompono nei villaggi della Valle del Giordano

http://www.palestinechronicle.com/
21 febbraio 2020 

Migliaia di coloni ebrei, protetti dall’esercito israeliano, hanno preso d’assalto oggi diversi villaggi nella valle del Giordano settentrionale, tra cui al-Burj, Umm al-Qaba ed Ein el-Auja.

Nelle ultime settimane, i pastori dei villaggi palestinesi nella Valle del Giordano hanno riportato un aumento della frequenza e della gravità degli attacchi dei coloni ebrei. (Foto: via Twitter)

Aref Daraghmeh, un attivista locale, ha confermato che le forze israeliane hanno scortato un convoglio di autobus carichi di circa 4.000 coloni ebrei nei villaggi, dove sono rimasti per oltre quattro ore.

Dopo l’annuncio ridicolizzato del piano di pace di Trump, i coloni israeliani sono saliti sui loro trattori e hanno invaso la Cisgiordania, chiedendo l’annessione della Valle del Giordano. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Sì, Israele vuole la pace, dopo essersi liberato dei palestinesi

17 febbraio 2020

https://www.972mag.com/israel-peace-palestinians-tel-aviv/

di Orly Noy

Cartelloni pubblicitari pubblicati a Tel Aviv mostrano i leader palestinesi con gli occhi bendati e in ginocchio e rivelano ciò che pensano molti israeliani.

Un cartellone diffuso dall’organizzazione di estrema destra Israel Victory Project a Tel Aviv mostra i leader palestinesi bendati Ismail Haniyeh e Mahmoud Abbas. La didascalia recita: “La pace è fatta con nemici sconfitti”. (Oren Ziv)

Nell’ultima settimana, i pedoni e gli autisti di Tel Aviv hanno visto un cartellone particolarmente inquietante che era stato distribuito in tutta la città. Il cartellone, affisso dal gruppo di estrema destra Israeliano Victory Project, mostrava il presidente palestinese Mahmoud Abbas e il leader di Hamas Ismail Haniyeh con gli occhi bendati e in ginocchio su uno sfondo di distruzione. La didascalia recitava: “La pace è fatta solo con nemici sconfitti”.

Domenica mattina, il sindaco di Tel Aviv Ron Huldai aveva ordinato la rimozione dei cartelloni pubblicitari, dicendo che le immagini “incitavano il tipo di violenza che ricorda l’ISIS e i nazisti”. Ma ciò che in realtà disturbava il cartellone non era l’incitamento. Israele non ha bisogno di cheerleader quando si tratta della violenza che provoca contro il popolo palestinese. Ciò che è particolarmente nauseabondo è il modo in cui il cartellone indica a tutti gli aspetti più oscuri e più malati dello sguardo collettivo di Israele nei confronti dei nostri vicini. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

I cavalieri dell’alba: i palestinesi scoprono le proteste con le preghiere dell’alba nella “Grande campagna Fajr”

http://www.middleeastmonitor.com

18 febbraio 2020

Un numero senza precedenti di palestinesi musulmani si stanno muovendo per preghiere notturne.
Stephen Farrell – Ali Sawafta 

fedeli palestinesi partecipano alla preghiera dell’alba per sostenere la moschea Al-Aqsa a Gerusalemme, e la moschea Al-Nasr, a Nablus, in Cisgiordania il 14 febbraio 2020 [Shadi Jarar’ah / ApaImages]

Prima dell’alba, migliaia di palestinesi si sono riversati in strada verso la moschea nella Piazza della Vittoria di Nablus, gonfiando le solite folle di fedeli del mattino per lanciare un nuovo fronte nelle loro proteste contro Israele e gli Stati Uniti.

La scena è stata ripetuta altrove in Cisgiordania, dove le persone hanno iniziato a recarsi per preghiere notturne in numeri senza precedenti, abbandonando i soliti siti di protesta in cui rischiano l’arresto e incanalando la loro rabbia in espressioni di fede di massa. Continue reading

Posted in info, opinioni | Tagged , , , | Leave a comment

L’ultimo costruttore di barche a Gaza

https://electronicintifada.net/

17 febbraio 2020

Sarah Algherbawi

Abdullah al-Najjar è l’ultimo costruttore di barche a Gaza.

Jamil al-Najjar (a sinistra) viene istruito su come costruire barche da suo padre Abdullah (non nella foto).

Consapevole del fatto che esercita un’attività commerciale in via di estinzione, Abdullah, 61 anni, sta comunque cercando di mantenerlo in vita in modo che il tempo glielo possa riconoscere. Sta addestrando suo figlio Jamil, di 25 anni, in modo che le sue abilità possano essere tramandate alla generazione successiva.

Lo stesso Abdullah ha iniziato a imparare a costruire barche quando era ancora adolescente. Gli è stato insegnato come farlo da uno zio. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , | Leave a comment

Smantellare il ghetto – i coloni fuori da Hebron

Come membri della società civile di Hebron, chiediamo ai nostri partner internazionali di agire e partecipare alla campagna “Smantellare il Ghetto,  i coloni fuori da Hebron”.

Questa campagna coincide con l’anniversario del massacro della moschea Ibrahimi del 1994. Commemora le centinaia di vite perse e le migliaia di vite permanentemente colpite dall’occupazione militare illegale di Israele. Hebron è un simbolo del problema degli insediamenti, delle politiche di separazione e dei problemi di libertà di movimento in tutta la West Bank.

Le forze di occupazione israeliane (IOF) continuano la loro strategia di fare pressione sui palestinesi affinché lascino le loro case nel centro di Hebron e vengano rimpiazzati da coloni ebrei. L’IOF applica questa pressione attraverso la chiusura di mercati e strade, blocco delle strade, il mantenimento dei posti di blocco militari e la sottomissione dei civili palestinesi alla legge marziale. L’applicazione della legge marziale è spesso espressa sotto forma di perquisizioni immotivate e detenzione senza accusa. Continue reading

Posted in info, Senza categoria | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Razzisti israeliani uniti contro il razzismo

13 febbraio 2020

https://electronicintifada.net/content/israeli-racists-unite-against-racism/29491

di Ali Abunimah

Il generale israeliano Israel Ziv, a sinistra, è soggetto alle sanzioni statunitensi per il commercio di armi ad entrambe le parti nella guerra civile del Sud Sudan. In un’apparente trasformazione dell’immagine, si è rilanciato come capo di un’organizzazione “anti-razzismo”. (Israeliani contro il razzismo)

Un nuovo gruppo chiamato “Israeliani contro il razzismo” afferma di voler eliminare la discriminazione, ma il fondatore del gruppo è soggetto alle sanzioni statunitensi per il traffico di armi, e alcuni altri membri hanno precedenti di fanatismo contro non ebrei e neri.

A gennaio l’organizzazione ha organizzato un seminario a Netanya, una città costiera in Israele. Continue reading

Posted in info, Senza categoria | Tagged , | Leave a comment

Adalah: oltre 2.000 bambini beduini in età prescolare bloccati a casa a causa di una disputa sul bilancio degli scuolabus

https://imemc.org/
14 febbraio 2020 

Il trasporto scolastico per bambini provenienti da 20 villaggi della regione di Naqab (Negev) si interrompe improvvisamente dopo che il consiglio regionale incolpa il Ministero dell’istruzione israeliano per non aver trasferito fondi.

Adalah – Il Centro legale per i diritti delle minoranze arabe in Israele ha presentato una petizione urgente alla corte martedì 11 febbraio 2020, poiché 2.200 bambini in età prescolare di 20 villaggi beduini sono stati bloccati a casa per un mese a causa di una disputa di bilancio tra il Ministero dell’istruzione israeliano e un consiglio regionale nella regione Naqab (Negev) del paese. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Gruppi israeliani ringraziano gli attivisti internazionali per aver tentato di rompere l’assedio di Gaza

14 febbraio 2020

http://boycottisrael.info/

Febbraio 2020

Siamo gruppi e organizzazioni israeliani, attivi contro le violazioni dei diritti dei palestinesi da parte del nostro governo, che includono espropriazione, occupazione, colonizzazione, demolizione di case, torture e apartheid. Vorremmo ringraziare Gaza 2020: Breaking the Siege (1) – un gruppo di attivisti internazionali, compresi membri del parlamento, che hanno compiuto un’azione coraggiosa nel gennaio 2020, tentando di abbattere il muro costruito da Israele attorno alla striscia di Gaza sotto assedio (2). Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , , , | Leave a comment