Il Giro d’Italia deve allontanarsi da Israele

https://electronicintifada.net/blogs/tamara-nassar/giro-ditalia-must-steer-away-israel

Il sindaco israeliano di Gerusalemme, Nir Barkat, che demolisce le case palestinesi per far crescere i coloni nella città occupata, con gli organizzatori della corsa ciclistica Giro d’Italia del 2018. (via Twitter)

I palestinesi invitano gli organizzatori del Giro d’Italia a smantellare un piano che vedrà la gara ciclistica del 2018 a Gerusalemme.

Israele è stato annunciato come ospite del più prestigioso evento ciclistico dopo il Tour de France. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

I coloni di Yitzhar appiccano il fuoco agli uliveti e attaccano gli agricoltori il giorno dopo

15 novembre 2017 |International Solidarity Movement, Nablus team| Huwarra, Palestina occupata

Coloni israeliani di Yitzhar, hanno appiccato il fuoco in due posti nei campi di olivi palestinesi attorno ai loro avamposti illegali, e hanno attaccato un gruppo di agricoltori il giorno dopo, sotto gli occhi di una trentina di poliziotti di frontiera, presenti nel sito.
Domenica 5 novembre, verso le 10 del mattino, gli attivisti di ISM hanno visto il fumo proveniente dai campi di olivo su entrambi i pendii sotto un avamposto di Yitzhar, l’insediamento illegale a sud di Nablus, costruito sulla collina tra i villaggi palestinesi di Huwarra e Burin .

Attaccato nel 2016. Nessun segno di vita un anno dopo.

Non era la prima volta che succedeva. Dopo l’espropriazione dei terreni agricoli di Huwarra, Burin e Madama, e la creazione illegale e l’espansione costante dell’insediamento israeliano di Yitzhar, i coloni violenti fanno tutto il possibile per danneggiare i contadini e le famiglie palestinesi senza correre il rischio di essere puniti per questi crimini. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

La “festa di Sarah” porta migliaia di coloni a Al-Khalil

12 novembre 2017 |International Solidarity Movement, al-Khalil team| al-Khalil, Palestina occupata
La festa di Sarah non è passata inosservata per i residenti palestinesi di al-Khalil (Hebron). I fedeli ebrei erano arrivati ​​da Israele in gran numero nei giorni precedenti, insieme ad un conseguente aumento della presenza militare. Ieri mattina, alle 9:00, i soldati hanno cominciato a isolare la strada nell’H1 – la zona della città che dovrebbe essere controllata dai Palestinesi – dal punto di controllo di Shuhada Street (Checkpoint 56) verso la stazione degli autobus per permettere che i visitatori della festa passassero dall’area H2 ad un sito di preghiera.

Un soldato israeliano punta il suo fucile al petto di un osservatore internazionale mentre un gruppo tattico si riunisce a Bab al-Zawiya.

Due mezzi corazzati (APC) e due Jeep, circondate da numerosi soldati, poliziotti di frontiera e poliziotti antisommossa hanno bloccato l’intersezione di Bab Al-Zawiya e i cecchini sono stati posti sui tetti degli edifici principali.
Intorno alle 13.00, i fedeli hanno iniziato a camminare lungo la strada, molti dei quali si fermavano a urlare insulti ai palestinesi che guardano la scena da dietro il blocco. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Soldati israeliani all’assalto degli studenti

https://english.palinfo.com/news/2017/11/9/IOF-soldiers-assault-Palestinian-schoolchildren
AL-KHALIL,
Scontri violenti sono scoppiati giovedì pomeriggio nella Città Vecchia di Al-Khalil tra gli studenti palestinesi e le forze di occupazione israeliane (IOF).

clashes

Un giornalista di PIC ha affermato che il confronto è scoppiato quando quasi 200 soldati israeliani hanno circondato la scuola elementare di Zied Jaber mentre stavano cercando scolari che avrebbero preso parte ad attacchi di lancio di sassi. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Manifestazione a Kafr Qaddum, ai 100 anni da Balfour, soppressa dalle IOF

3 novembre 2017 |International Solidarity Movement, Nablus team| Palestina occupata
La dimostrazione settimanale aveva circa 30 partecipanti, di cui tre donne internazionali. Come al solito, la manifestazione si svolge per protestare contro la chiusura della strada che conduce a Nablus.

Questa misura è stata spiegata per soddisfare “la necessità di sicurezza” per i coloni di Kedumin che hanno illegalmente occupato la collina di fronte al paese. La strada, con cui in precedenza si impiegavano dieci minuti per arrivare a Nablus, ora nel nuovo percorso si impiegano fino a 40 minuti. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Forze armate israeliane e coloni molestano gli agricoltori di As Sawiya a Nablus

31 ottobre 2017 |  International Solidarity Movement, Nablus team. | Nablus, Palestina occupata
Domenica 29 ottobre 2017 – vicino al villaggio palestinese As Sawiya – palestinesi e internazionali che raccoglievano olive hanno avuto un brutto incontro con l’esercito israeliano. Tre ISMer si erano unite  a due donne palestinesi che raccolgono nella loro terra. La famiglia ha affrontato grandi problemi nella zona a causa dell’esistenza, vicino al villaggio,  di un avamposto israeliano illegale, che fa parte della colonia illegale Eli.

Il gruppo dei Palestinesi e degli Internazionali aveva camminato per mezz’ora per raggiungere gli ulivi perché la strada vicino agli ulivi è destinata solo ai coloni e all’esercito israeliano. Dopo aver raccolto per circa un’ora un gruppo di cinque agenti di polizia di frontiera e tre soldati dell’esercito israeliano accompagnati da coloni provenienti dal vicino avamposto hanno attaccato il gruppo chiedendo di vedere i loro documenti d’identità. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Le forze israeliane impediscono ai palestinesi di accedere alle loro terre per raccogliere le olive

https://www.maannews.com/Content.aspx?id=779405
29 Ottobre 2017 12:52 P.M.

L’agricoltore palestinese di 70 anni, Abbas Yousif, indica i suoi ulivi sulla ​​terra da un lato di un insediamento israeliano nella Cisgiordania occupata 

BETHLEHEM (Ma’an) – Le forze israeliane, domenica, hanno riferito che agli agricoltori palestinesi nel distretto di Ramallah nella  Cisgiordania occupata è stato impedito di raggiungere la loro terra per raccogliere le olive, secondo l’agenzia di stampa Wafa, agenzia ufficiale dell’Autorità Palestinese.
Wafa ha riferito che i palestinesi del villaggio di Nilin sono stati fermati dalle forze israeliane mentre si recavano a raccogliere le olive sulle loro terre agricole, situate sul lato israeliano del muro di separazione, che attraversa le terre dei coltivatori. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Raid notturno: l’esercito israeliano arresta un ragazzo a Fasayel

21 ottobre 2017 |International Solidarity Movement | Nablus Team|Jordan Valley Solidarity | Palestina occupata
La notte tra mercoledì e giovedì la casa di Abu Jamil è stata razziata dall’esercito israeliano. All’una di notte quattro jeep militari sono arrivate ​​nella parte superiore di Fasayel  e circa 20 soldati israeliani sono entrati nella casa di Abu Jamil, costringendo all’aperto la famiglia di 9 e hanno iniziato a frugare nelle tre stanze. I soldati non hanno mostrato documenti di un mandato di perquisizione.

Risultati immagini per fasayel
Dopo un’ora e mezza i militari avevano distrutto del cibo in cucina, rubato due chili di prodotti chimici agricoli (valore di 200 NIS) e rubato i sei telefoni cellulari (valore di 4000 NIS) che la famiglia aveva. Allora hanno rapito il figlio di 22 anni di Jamil che è ancora nella base militare di Salem in attesa di un’udienza giudiziaria. Insieme ad un altro giovane del villaggio, il 25enne Gotyan, viene accusato di essere entrati nell’insediamento illegale di Tomar per rubare prodotti chimici agricoli. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Le forze israeliane hanno chiuso le società di produzione di media a Betlemme, Ramallah, Hebron e Nablus mercoledì sera.

18 ottobre 2017 |International Solidarity Movement, Nablus team | Nablus,  Palestina occupata

L’esercito ha fatto una incursione nella centrale di Pal Media e Trans Media a Ramallah e ha sequestrato le loro attrezzature e materiale video. Anche altre compagnie e filiali delle due società a Nablus, Betlemme e Hebron sono state razziate nella stessa notte. I soldati hanno chiuso gli ingressi degli uffici Pal Media e degli uffici Trans Media con piastre di ferro e hanno lasciato un manifesto che diffida i giornalisti e gli altri lavoratori dal lavorare per entrambe le società nei prossimi sei mesi. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Le forze armate israeliane usano munizioni da guerra in Al-Khalil e fermano due ragazzi

06 ottobre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron, Palestina occupata

Venerdì 06 Ottobre, circa 30 soldati israeliani sono entrati nell’area H1 di Al-Khalil con tre veicoli militari blindati.

Le forze armate israeliane sono entrate nella zona intorno alle 14.00, usando granate sonore e gas lacrimogeni verso l’asse centrale della città fino alla rotatoria di Manara. I veicoli guidavano avanti e indietro tra le due rotatorie sparando gas lacrimogeni e granate sonore in modo casuale.


Spettatori casuali e venditori di strada sono stati colpiti da gas lacrimogeni. Sono state utilizzate anche munizioni da guerra. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Sosteniamo i volontari  ISM in Palestina

5 ottobre 2017 |International Solidarity Movement
Dal 2001 il International Solidarity Movement (ISM) ha operato nella Cisgiordania palestinese occupata e nella Striscia di Gaza – dalla seconda Intifada del 2001.


In quanto movimento a guida palestinese in solidarietà con il diritto all’autodeterminazione del popolo palestinese, abbiamo facilitato l’impiego di migliaia di volontari per diventare osservatori e attivisti internazionali.
DONATE QUI

Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment