I Prigionieri Politici sono assenti durante la festa della mamma palestinese

23 marzo 2017 | International Solidarity Movement, Ramallah Team | Kafr ad-Dik, Palestina occupata

Il 21 marzo, la Palestina ha celebrato il Giorno della madre. Un gruppo di attivisti palestinesi e internazionali, ha visitato il villaggio di Kafr ad Dik nel comune di Salfit. Gli attivisti hanno consegnato rose alle madri e ai parenti dei prigionieri politici e si sono seduti con loro per ascoltare le loro storie.

Quanto segue è una sintesi delle loro storie, un estratto nelle storie di  6.500 prigionieri politici (al gennaio 2017) che sono imprigionati nelle carceri israeliane.

famiglia Hamidan: è stata sentenziata la sua condanna di 6 anni il 20 marzo 2017, ha 20anni

Famiglia Ratib: Tutti i 5 figli sono stati arrestati a un certo punto, il padre è stato arrestato di recente per la terza volta per avere un fucile da caccia

Famiglia (Raed) Ali Ahmad : arrestato 3 anni fa, quando era di 34 anni. In totale ha già scontato 17 anni nelle carceri israeliane

Naji: condannato a 35 anni di carcere, ha già scontato 15 anni

Famiglia Mansour : è stato condannato a 33 mesi di prigione israeliana

famiglia Hamidan: 37anni, ha già scontato 13 anni su 20 anni, più una condanna a vita (20-35 anni o indeterminato)

Famiglia AlTurk: due figli arrestati in diverse occasioni e hanno scontato un totale di 13 anni nelle prigioni israeliane. Il figlio 35anni è stato arrestato quattro volte, attualmente condannato a 7 anni di carcere

Famiglia (Ayman) Aldik: terza volta che viene arrestato, 3 anni fa. Sconta una pena di 8 anno e mezzo nel carcere del Negev (Naqab)

Famiglia Ali Ahmad : ha scontato 2 anni in un carcere israeliano senza processo

Famiglia Shammah: il prigioniero è 44enne, è stato condannato a 4 anni di carcere e uscirà in 6 mesi dopo aver scontato la sua pena nel carcere di Negev (Naqab)

‘Famiglia Amer: il marito della giovane donna è stato condannato per 14 mesi, ha un neonato e due dei suoi fratelli sono anche attualmente in carcere; arrestato 1 anno fa.

famiglia Aldik: Due su tre figli arrestati per messaggi Facebook . Il terzo figlio (22 anni) anche arrestato e attualmente in carcere.

La città di Kafr ad Dik è circondata da diversi insediamenti e l’85% delle periferia della città è considerata Area C secondo gli accordi di Oslo. Due mesi fa, il Consiglio locale ha ricevuto un ordine chiedendo che i palestinesi smettessero di costruire 7 strutture. Il 20 marzo, un altro ordine è stato emesso dalle autorità israeliane chiedendo di fermare la costruzione di altre 7 strutture. Questi ordini saranno ascoltati in un tribunale israeliano, presumibilmente il 30 di marzo. Se l’udienza non ha successo gli ordini di demolizione possono essere firmati contro queste case.

This entry was posted in info, opinioni and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *