Il Giro d’Italia deve allontanarsi da Israele

https://electronicintifada.net/blogs/tamara-nassar/giro-ditalia-must-steer-away-israel

Il sindaco israeliano di Gerusalemme, Nir Barkat, che demolisce le case palestinesi per far crescere i coloni nella città occupata, con gli organizzatori della corsa ciclistica Giro d’Italia del 2018. (via Twitter)

I palestinesi invitano gli organizzatori del Giro d’Italia a smantellare un piano che vedrà la gara ciclistica del 2018 a Gerusalemme.

Israele è stato annunciato come ospite del più prestigioso evento ciclistico dopo il Tour de France.

Per Israele ospitare uno degli eventi sportivi più osservati al mondo “servirà come misura di approvazione per l’oppressione dei Palestinesi da parte di Israele”, secondo una chiamata all’azione inviato dal Comitato Nazionale BDS Palestinese, il gruppo che guida la campagna  boicottaggio,  disinvestimento e sanzioni  per i diritti palestinesi.

“Proprio come sarebbe stato inaccettabile che il Giro d’Italia partisse dal Sudafrica dell’apartheid  negli anni ’80, è inaccettabile avviare la gara ovunque si sia sotto il controllo di Israele”, recita il manifesto di chiamata all’azione per smuovere gli organizzatori della gara.

La gara è prevista iniziare a Gerusalemme e poi si dividerà su due percorsi, uno da Haifa a Tel Aviv e l’altro da Bir al-Saba a Eilat. Questa è la prima volta che il Giro d’Italia parte da fuori dell’Europa.

This entry was posted in info and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *