I coloni israeliani uccidono un contadino palestinese

https://www.middleeastmonitor.com/20171130-israel-settlers-kill-palestinian-farmer/
Il 48enne Mahmoud Ahmad Zaal Odeh stava badando alle sue coltivazioni in un villaggio vicino Nablus occupata il 30 novembre 2017

I palestinesi reagiscono ai soldati israeliani dopo che un contadino palestinese è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da coloni ebrei, nel villaggio Khusra di Nablus, in Cisgiordania, il 30 novembre 2017.

In seguito, i palestinesi hanno bloccato i coloni ebrei in una grotta e i soldati israeliani arrivati ​​sulla scena  sono corsi dai coloni ebrei. [Agenzia Nedal Eshtayah / Anadolu]

Un contadino palestinese è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da coloni israeliani mentre lavorava sulla sua terra vicino al villaggio di Qusra, a sud di Nablus nella parte occidentale della West Bank, secondo fonti locali.

Un funzionario che controlla l’attività di insediamento nella Cisgiordania settentrionale ha detto a Ma’an che i coloni israeliani dell’avamposto illegale di Yash Kod hanno fatto irruzione nella terra palestinese vicino a Qusra e hanno attaccato un contadino, Mahmoud Ahmad Zaal Odeh, 48 anni, mentre lavorava la terra.

Secondo i locali, Odeh ha tentato di impedire ai coloni di entrare nella sua terra, a quel punto i coloni hanno aperto il fuoco su di lui, sparandogli al petto. E’ morto in seguito alle sue ferite poco tempo dopo.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone sedute e spazio all'aperto

Un altro palestinese identificato come Fayez Fathi Hasan, 47 anni, è stato ferito a una gamba dal fuoco dei coloni.

La gente del posto ha detto a Ma’an che le forze israeliane hanno arrestato il figlio di Odeh e lo hanno portato nella base militare di Huwwara nelle vicinanze, e non hanno ancora restituito il corpo di Odeh alla sua famiglia.

Poco dopo l’attacco mortale, le forze israeliane hanno fatto irruzione e circondato il villaggio per proteggere i coloni, impedendo tutti i movimenti palestinesi nell’area.

Un portavoce dell’esercito israeliano ha detto che “l’incidente” sarà investigato dall’esercito.

Più di 600.000 coloni israeliani risiedono nei territori palestinesi occupati in violazione del diritto internazionale. La comunità internazionale ha ripetutamente definito la propria presenza il principale ostacolo alla pace potenziale nella regione.

Le Nazioni Unite hanno riferito in agosto che dopo un decennio di calo degli attacchi dei coloni ai palestinesi, la prima metà del 2017 ha mostrato un aumento significativo di tali attacchi, con 89 incidenti documentati finora quest’anno, che rappresentano un aumento dell’88% rispetto al 2016. Gli attacchi hanno portato alla morte di tre palestinesi.

Attivisti e gruppi per i diritti palestinesi hanno a lungo accusato Israele di promuovere una “cultura dell’impunità” per coloni e soldati israeliani che commettono atti di violenza contro i palestinesi.

Secondo l’ONG israeliana Yesh Din, le autorità israeliane hanno portato avanti le accuse solo nell’8,2 per cento dei casi di coloni israeliani che commettono crimini anti-palestinesi nella Cisgiordania occupata negli ultimi tre anni.

 

This entry was posted in info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *