Il campo di battaglia delle colline a sud di Hebron

28 dicembre 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | al-Khalil, Hebron,  Palestina occupata
South Hebron Hills è una delle zone di battaglia contro la pulizia etnica della Palestina. Questa zona si estende lungo il confine meridionale della Cisgiordania. I villaggi di At-Tuwani, At-Tuba, Mufaqarah e Sarura si trovano nelle colline a sud di Hebron. Questi villaggi si trovano tra una linea di insediamenti israeliani lungo superstrada 317 e una zona militare israeliana a est. In effetti, gli abitanti dei villaggi locali vengono presi in mezzo tra l’esercito israeliano e i coloni sionisti.
Ci siamo incontrati con Fawaz, un leader della comunità locale di At-Tuwani, nel sito del Sumud Peace Camp. Qui gli abitanti dei villaggi locali hanno ristabilito il villaggio con l’aiuto di attivisti internazionali.

#Siamo Sumud – Avamposto illegale di Havat Maon sullo sfondo.

“Il solo modo di vivere la vita in questa zona è ‘una grande resistenza’”, ci ha detto Fawaz, “ma gli abitanti del villaggio hanno deciso che devono prendere ulteriori provvedimenti”.
Sarura è un altro villaggio sulle colline di South Hebron. Nel novembre 1999 tutti gli abitanti del villaggio di Sarura furono sfrattati e il villaggio fu distrutto. Da allora i gruppi  pacifisti israeliani hanno assistito gli abitanti dei villaggi locali nel progetto di ricostruzione di Sarura. Peace Now, Rabbis for Human Rights e altre organizzazioni hanno aiutato gli abitanti del villaggio a portare il loro caso davanti ai tribunali israeliani. Il loro successo ha messo sotto pressione il governo israeliano.
Dopo questo successo, gli incontri nei villaggi sono stati organizzati per trovare modi efficaci per resistere all’occupazione senza l’uso della violenza e quindi dare alle forze armate israeliane una scusa per reagire con forza eccessiva. Attraverso questi incontri i villaggi della zona hanno organizzato nuove iniziative, azioni e attività. Una di queste iniziative era di vietare il lancio di pietre. Gli incontri hanno avuto un grande successo e si svolgono ancora oggi.
Gli abitanti del villaggio furono tra i primi palestinesi che hanno fatto dimostrazioni settimanali contro il muro. L’amministrazione militare ha iniziato a tagliare l’area del centro urbano di Yatta. In risposta gli abitanti del villaggio della zona hanno organizzato dimostrazioni settimanali e dopo 18 mesi di protesta il muro che avrebbe tagliato il sud è stato dichiarato illegale. Gli abitanti del villaggio hanno pagato un alto prezzo di arresti ma sono riusciti a impedire l’estensione del muro.
Nonostante la vittoria per aver avuto dichiarato illegale il muro lungo l’autostrada 317, un mese è passato senza che fosse smantellato. Di nuovo gli abitanti del villaggio hanno manifestato bloccando la strada e di nuovo la corte ha ordinato al governo di rimuovere il muro. Questa è stata una grande vittoria per tutti gli uomini, donne e bambini che sono stati coinvolti. Avevano costretto l’occupante a riconoscerli come un villaggio con un piano generale!

Una battaglia per l’educazione
Nel 1998 fu costruita una scuola ad At-Tuwani. Come prevedibile, poco dopo è stato emesso un ordine di demolizione. Gli abitanti del villaggio ignorarono l’ordine e portarono la battaglia in tribunale. C’è stato un tentativo di demolizione. Per evitare la demolizione, le donne sono rimaste a scuola durante il giorno e gli uomini di notte. Sono arrivati ​​altri ordini di demolizione. La scuola di At-Tuwani è l’unica della zona. Quindi ora i bambini dei villaggi circostanti devono venire ad At-Tuwani per ricevere la loro istruzione.
I bambini che vivono nei villaggi che circondano At-Tuwani sono stati spesso sottoposti a attacchi dai coloni mentre andavano a scuola. A causa della violenza contro i bambini, è stato necessario modificare il percorso. Ali Awad del villaggio di Tuba era solito andare a scuola a piedi in venti minuti. Ad un certo punto, il viaggio che ha dovuto intraprendere per evitare la minaccia di un attacco ha richiesto due ore. Per evitare gli attacchi dei coloni, i soldati israeliani sono stati incaricati di camminare con i bambini per conto di una commissione per i diritti umani della Knesset. Tuttavia ci sono stati molti incidenti in cui i soldati si sono presentati in ritardo o sono andati via troppo presto. L’incoerenza della presenza militare significava che la scorta non era efficace nel prevenire la violenza dei coloni. Pertanto, le organizzazioni che operano nel settore hanno organizzato nel 2004 un servizio internazionale che supervisiona la scorta militare dei bambini.

Il secondo giorno in cui gli internazionali hanno iniziato a camminare con i bambini verso la scuola, i coloni hanno attaccato i bambini e gli attivisti che stavano camminando con loro. Uno degli internazionali è stato pugnalato ai polmoni da dietro e un altro ha rotto una gamba.

Sarura
Nel 1997, i coloni armati hanno attaccato Sarura e il villaggio è stato abbandonato.
Venti anni dopo, il 19 maggio 2017, è stato lanciato un progetto e il Sumud Peace Camp ha iniziato a riabilitare le abitazioni rupestri di Surura per iniziare a dare nuova vita al villaggio abbandonato.
Le attività e le iniziative di resistenza sono state messe in atto per incoraggiare gli agricoltori locali a tornare. Gli abitanti del villaggio avevano bisogno di un incoraggiamento palestinese per superare le loro paure o avrebbero avuto paura di tornare.

Tra i compiti finora realizzati a Sarura ci sono la piantagione di alberi, la costruzione di un centro sociale, laboratori settimanali, un luogo di ritrovo per la gente del villaggio e l’ampliamento delle grotte.

Gli abitanti del villaggio di Sarura affrontano molti problemi da parte dei soldati israeliani e dai coloni della zona. “Per due mesi hanno picchiato la gente, arrestato la gente e distrutto le cose soprattutto di notte. Ma stiamo riportando la vita. Ora abbiamo un cucciolo e oche! “Dice Fawaz.
Tra le attività pianificate nel Sumud Peace Camp nel prossimo futuro c’è un evento di Capodanno. Questo è stato progettato per celebrare i progressi a Sarura. La celebrazione includerà un incontro diurno con relatori invitati, un concerto serale e fuochi d’artificio!
Fawaz ci dice: “Questo evento è necessario – è così importante – 7 mesi in questo posto in questa condizione sono stati difficili. I bambini sono stati arrestati. I giovani si sono stancati. Dobbiamo portare sempre più persone. Questo evento dovrebbe dare nuova vita al sumud (fermezza) contro l’occupazione “.
“La non violenza non è una scelta facile.
Ti stanno spingendo ogni giorno.
Proprio come essere umano è così difficile. ”
Fawaz

This entry was posted in info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *