I manifestanti di Ramallah onorano Razan Al Najjer, giovane infermiera giustiziata dalle forze israeliane a Gaza

3 giugno 2018 | International Solidarity Movement, Ramallah team | Ramallah,  Palestina occupata

Ieri a mezzogiorno, centinaia di manifestanti hanno marciato per le strade di Ramallah per piangere l’esecuzione di Razan Al Najjer, l’infermiera ventunenne che è stata giustiziata dalle forze israeliane a Gaza venerdì.
I membri della Società di Soccorso Medicale Palestinese di tutta la Cisgiordania, in gran parte studenti, hanno marciato con i ritratti di Razan. I manifestanti hanno tenuto cartelli che chiedono #JusticeForRazan e finiscono contro i crimini di guerra israeliani e l’assedio a Gaza.

Centinaia di manifestanti marciano per le strade di Ramallah per piangere l’esecuzione di Razan Al Najjer, l’infermiera ventunenne che è stata giustiziata dalle forze israeliane a Gaza venerdì (foto di ISM)

“Razan forniva il primo soccorso per le persone nell’area di Gaza e fu uccisa da munizioni letali dai soldati israeliani”, dice il dottor Muhammed Scafe, del PMRS. Il dott. Scaafi ha sottolineato che l’omicidio di personale medico è un crimine di guerra e una violazione del diritto internazionale. “In conformità con il codice internazionale di Ginevra, le équipe mediche hanno il diritto di fornire il primo soccorso.”
Shatha Sameer Zaydya, membro della Palestinian Medical Relief Society, afferma di aver iniziato a fare volontariato con il PMRS quando era studente all’università. “Vengo dalla zona di Sarfit. Lavoriamo molto a Safit, Nablus e Ramallah quando possiamo. Siamo di fronte a un sacco di attacchi da parte di israeliani, e specialmente dei coloni nell’area di Nablus, che vogliono uccidere e danneggiare [palestinesi] e farci paura “.

In conformità con il codice internazionale di Ginevra, le équipe mediche hanno il diritto di fornire il primo soccorso (foto ISM)

I membri del PMRS sono stati attivi in ​​Cisgiordania e Gaza negli ultimi 40 anni. Oggi l’organizzazione ha oltre 1,5 milioni di volontari. Il PMRS ha fornito assistenza medica urgente agli abitanti di Gaza dopo le violenze israeliane del 2012, 2014 e ora nel 2018 durante il #GreatReturnMarch.
Ieri pomeriggio, il dottor Mustafa Barghouti, presidente del PMRS, ha accolto i partecipanti al quartier generale a Ramallah. Il messaggio, dice, della protesta di oggi è onorare Razan e mostrare ai palestinesi a Gaza “che siamo un unico popolo, che non sono soli e che non soffriranno da soli”.

Dimostranti pacifici marciano attraverso Ramallah per protestare contro le forze israeliane che attaccano personale medico, giornalisti, bambini e civili disarmati durante la Grande Marcia del Ritorno in corso a Gaza

 

 

This entry was posted in info and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *