Israele rilascia gli italiani che dipingevano il murales dell’attivista palestinese Tamimi

https://www.middleeasteye.net/news/israel-releases-italians-who-painted-mural-palestinian-activist-tamimi-478765678
29 luglio 2018
#Occupazione

La polizia israeliana ha liberato i due artisti di strada italiani, arrestati per aver dipinto sul muro di separazione della Cisgiordania occupata un murales che ritrae l’adolescente palestinese divenuta simbolo della resistenza, così hanno dichiarato le autorità italiane e israeliane.

Un uomo fotografa il graffiti con Trump

“I due italiani, sospettati di aver vandalizzato la barriera di sicurezza nell’area di Betlemme” sono stati rilasciati, ha detto la polizia israeliana in una nota. “I loro visti sono stati ritirati, e devono entrambi lasciare Israele entro 72 ore […] se non rispettano i termini saranno forzatamente espulsi dal Paese”, ha aggiunto la polizia di frontiera.
Liberato anche un cittadino palestinese, arrestato sabato insieme agli italiani, in quanto pare non fosse coinvolto nelle loro attività.

Uno degli artisti è stato identificato come Agostino Chirwin, conosciuto sotto lo pseudonimo di Jorit Agoch. I suoi murales più famosi mostrano rappresentazioni realistiche di attivisti in tutto il mondo, secondo quanto riportato dal Palestine News Network.

Il ministro degli Esteri italiano, Enzo Moavero Milanesi, ha dichiarato domenica scorsa di aver “appreso on sollievo […] che i due cittadini italiani arrestati in Israele potranno presto tornare in Italia”.

L’immagine dipinta, grande circa quattro metri, si trova sul muro di Betlemme, in Cisgiordania, e raffigura la diciassettenne Ahed Tamimi.

Tamimi stessa è stata rilasciata dal carcere domenica scorsa dopo una condanna di otto mesi per aver schiaffeggiato due soldati israeliani, episodio ripreso in video.
I palestinesi vedono Tamimi come un simbolo di resistenza all’occupazione israeliana, ed è stata accolta al suo rilascio da una folla di sostenitori.
Alcuni israeliani sostengono che sia una “marionetta” nelle mani della sua famiglia.

La polizia di frontiera israeliana ha dichiarato di aver arrestato i due italiani e il palestinese – tutti mascherati – sabato, per aver “illegalmente dipinto il muro”.
“Quando i poliziotti di frontiera si sono avvicinati per arrestarli, i tre hanno cercato di fuggire nella loro auto, che è stata fermata dalle forze dell’ordine israeliane”, ha detto la polizia in una dichiarazione.

Il muro di separazione che taglia la West Bank fuori da Israele è pieno di graffiti a sostegno della causa palestinese.
Il misterioso artista di strada britannico Banksy è tra coloro che hanno disegnato sul muro.
Fonte: Middle East Eye –

This entry was posted in info and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *