Soldati israeliani feriscono un palestinese nei pressi di Gerusalemme e due vicino a Ramallah

http://imemc.org/article/soldiers-injure-one-palestinian-near-jerusalem-two-near-ramallah/

4 agosto, 2018

Venerdì scorsi, i soldati israeliani hanno attaccato dozzine di manifestanti palestinesi vicino all’ingresso principale della città di Hizma, ad est di Gerusalemme Est occupata, ed hanno fatto fuoco su un ragazzino. L’esercito ha anche sparato a due palestinesi vicino a Ramallah, al centro della West Bank.

 

Soldati israeliani sparano sui manifestanti disarmati

Fonti mediche hanno riportato che i soldati hanno ferito un adolescente con un proiettile nell’addome. La vittima è stata portata di corsa al Palestine Medical Complex, a Ramallah, dove è in condizioni stabili.

Vale la pena ricordare che i soldati sono sempre schierati all’entrata principale di Hizma, e ostacolano costantemente il traffico, fermando e perquisendo auto palestinesi, interrogando i residenti e ispezionando le loro carte d’identità.

Sempre su questo argomento, si riporta che i soldati hanno aperto il fuoco su due palestinesi nel villaggio di Al-Mughayyir, a nord-est di Ramallah. Le vittime sono state trasferite in un ospedale della città.

I due sono stati colpiti dai proiettili israeliani a seguito dell’invasione del villaggio da parte dei soldati, che hanno attaccato i manifestanti locali.

Inoltre, i soldati hanno ferito diversi palestinesi nel villaggio di Toura, a sud-ovest di Jenin, nel nord della West Bank.

Sempre per quanto riguarda gli attacchi dei soldati, un palestinese è stato colpito da un proiettile di acciaio rivestito di plastica e dozzine di manifestanti sono stati esposti all’inalazione di  gas lacrimogeni durante l’attacco dell’esercito alla processione non violenta settimanale contro il muro di annessione e le colonie nella città di Kufur Qaddoum, ad est del città di Qalqilia, nel nord della Cisgiordania.

This entry was posted in Senza categoria and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *