La marina israeliana ferisce 49 palestinesi a Gaza

11 settembre 2018 | http://imemc.org/article/israeli-navy-injures-49-palestinians-in-gaza/

Le navi della marina israeliana hanno sparato, lunedì sera, dozzine di proiettili e bombe a gas sui palestinesi e sui loro pescherecci, nella zona di al-Waha Beach, a nord-ovest della Striscia di Gaza, ferendo 49 palestinesi tra cui un giornalista.

49 feriti durante l’assedio della marina a Gaza

Il ministero della Sanità palestinese ha detto che la marina ha attaccato dozzine di palestinesi, durante una manifestazione non violenta che chiedeva di revocare l’assedio israeliano illegale a Gaza, i colpi erano diretti anche alle numerose barche che cercavano di salpare come parte delle proteste.

 

Il dottor Ashraf al-Qedra, portavoce del ministero della Sanità a Gaza, ha detto che la marina ha ferito 49 palestinesi con fuoco vivo e bombe a gas.

 

Ha aggiunto che dieci dei feriti sono stati portati di corsa negli ospedali dell’enclave costiera, e il resto ha ricevuto cure mediche sul posto.

La marina ha anche indirizzato i proiettili ai giornalisti palestinesi, ferendone uno, identificato come Atiya Hijazi.

 

Gli attacchi israeliani hanno avuto luogo dopo che i palestinesi avevano organizzato un raduno in spiaggia, dove le truppe di Dabka hanno ballato ed esponenti politici hanno tenuto dei discorsi sul continuo, mortale assedio nella Striscia di Gaza e sulle continue violazioni  contro i civili.

Almeno cinquantacinque barche hanno poi provato a salpare nelle acque di Gaza, per sfidare il blocco illegale israeliano sulla zona costiera.

La marina ha iniziato a sparare dozzine di proiettili e bombe a gas sulle barche, proprio mentre tentavano di salpare per il mare di Gaza, dirigendosi verso la parte nord-occidentale della Striscia.

 

This entry was posted in gaza and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *