Israele si appropria dei territori palestinesi per espandere i propri insediamenti

17 settembre 2018 | http://www.maannews.com/Content.aspx?id=781102

L’amministrazione civile israeliana ha annunciato un piano di espansione dell’insediamento israeliano illegale di Tina Omarim nella città di Dahriyeh, nel distretto sud-occidentale della città di Hebron.

Un centro di ricerca palestinese, il Land Research Center, ha pubblicato lunedì un rapporto che mostra che l’amministrazione civile israeliana ha preparato un piano dettagliato che cambierebbe la classificazione della terra di proprietà palestinese da agricola a urbana, per giustificare l’espansione della soluzione illegale israeliana .
Il rapporto dice che il piano avrebbe portato al sequestro di 260 dunum (64 acri) di terra di proprietà palestinese nella città di al-Thahriyeh.

I dati mostrano che nel secondo trimestre del 2018, Israele ha iniziato la costruzione di 794 nuove unità abitative abitative, rispetto alle 279 del primo trimestre dell’anno.
Nella prima metà del 2018, la costruzione di 1.073 unità abitative è stata avviata negli insediamenti, rispetto alle 818 nella seconda metà del 2017.
Il rapporto ha aggiunto che il piano includerebbe la costruzione di circa 150 unità abitative, la costruzione di istituzioni pubbliche, parchi pubblici, strade e parcheggi.

La politica israeliana di espansione degli insediamenti e degli avamposti è aumentata di recente a causa del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha approvato la regolamentazione del triplo degli insediamenti rispetto all’anno e mezzo precedente.

Da quando è cominciata l’occupazione della Cisgiordania, inclusa Gerusalemme Est, nel 1967, tra 500.000 e 600.000 israeliani si sono trasferiti negli insediamenti israeliani nel territorio palestinese occupato, in violazione del diritto internazionale.
I circa 196 insediamenti israeliani riconosciuti dal governo sparsi per il territorio palestinese sono tutti considerati illegali secondo il diritto internazionale.

This entry was posted in info and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *