I coloni israeliani assaltano un contadino palestinese vicino a Nablus

https://www.maannews.com/Content.aspx?id=781474
16 Ottobre 2018  
NABLUS (Ma’an) – I coloni israeliani hanno aggredito un contadino palestinese, mentre stava raccogliendo olive, lunedì, nel villaggio di Deir al-Hatab, a est del distretto settentrionale occupato di Nablus, nel West Bank.


Abed al-Karim Hussein, capo del consiglio del villaggio di Deir al-Hatab, ha detto a Ma’an che un gruppo di coloni israeliani dall’insediamento illegale israeliano di Elon Moreh ha aggredito un contadino palestinese picchiandolo ripetutamente.
Il contadino è stato identificato come Amjad Khaled Odeh, 45 anni, residente nel villaggio di Deir al-Hatab.
Hussein ha confermato che Odeh è stato aggredito mentre raccoglieva olive nella sua terra, che è adiacente all’insediamento Elon Moreh, a est del villaggio.
Odeh ha avuto vari lividi su tutto il corpo.
Il gruppo israeliano per i diritti umani B’Tselem ha riferito che “le violenze dei coloni e il vandalismo si svolgono con il pieno sostegno delle autorità israeliane. A volte i soldati prendono parte all’assalto, altre volte se ne stanno a guardare. La polizia non fa sforzi sostanziali per indagare sugli incidenti, né prende misure per prevenirli o fermarli in tempo reale. ”
Tra 500.000 e 600.000 israeliani vivono in insediamenti solo ebrei in tutta Gerusalemme Est occupata e in Cisgiordania in violazione del diritto internazionale, con annunci recenti di espansione degli insediamenti che provocano la condanna da parte della comunità internazionale.

This entry was posted in info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *