Erekat: “L’Australia non ha fatto nulla per l’avanzamento di una soluzione che preveda due stati”

15 dicembre 2018 https://www.maannews.com/Content.aspx?id=782098

RAMALLAH (Ma’an) – Il Segretario Generale dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP), Saeb Erekat, ha detto, sabato, che la decisione dell’Australia di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele è una decisione “nella quale una politica interna meschina conduce politiche irresponsabili che contraddicono la pace mondiale e sicurezza.”Erekat ha dichiarato: “Fin dall’inizio, abbiamo percepito la decisione del governo australiano di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele come una politica meschina che indirizza politiche irresponsabili che contraddicono la pace e la sicurezza del mondo. l’annuncio riflette l’incapacità dell’Australia di andare avanti come annunciato in precedenza “, ha dichiarato Erekat nella dichiarazione.

Nel suo annuncio, il primo ministro australiano Morrison ha detto che “la decisione è stata presa alla luce del presunto sostegno australiano per la soluzione dei due stati”. Erekat ha aggiunto: “Tuttavia, le politiche di questa amministrazione australiana non hanno fatto nulla per far avanzare la soluzione dei due stati, infatti l’Australia ha scelto di unirsi a Trump, Netanyahu e altri due governi, votando contro la soluzione dei due stati, in una risoluzione delle Nazioni Unite sostenuta da 156 nazioni.Inoltre, il governo australiano si rifiuta di riconoscere la Palestina come stato, votando in forum internazionali contro il diritto palestinese all’autodeterminazione e continuando a commerciare con gli insediamenti israeliani “.

Erekat ha sottolineato che tutta Gerusalemme rimane una questione di status finale per i negoziati, mentre Gerusalemme Est, sotto il diritto internazionale, è parte integrante del territorio palestinese occupato.
“L’annuncio dell’Australia di aprire un ufficio commerciale nella città nega la sua stessa affermazione che si attiene alla risoluzione 478 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, che rimanda all’annessione di Gerusalemme da parte di Israele come nulla e invoca i paesi a ritirare le missioni diplomatiche dalla città”.

Erekat ha ringraziato le migliaia di cittadini australiani interessati, “così come i nostri amici in tutto il mondo, che hanno invitato il governo australiano a rispettare il diritto internazionale e i diritti del popolo palestinese”.

This entry was posted in info, opinioni, Senza categoria and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *