Un adolescente palestinese ucciso, altri 40 feriti nelle proteste di Gaza

https://www.maannews.com/Content.aspx?id=782146
21 Dicembre  2018 
CITTÀ DI GAZA (Ma’an) – Un adolescente palestinese è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco dalle forze israeliane, mentre almeno altri 40 hanno subito ferite da fuoco israeliano e decine hanno subito l’inalazione di gas lacrimogeno mentre le forze israeliane hanno soppresso il 39 ° venerdì delle marce di ritorno attraverso i confini orientali della Striscia di Gaza assediata.
Il ministero della salute palestinese ha confermato che Muhammad Muin al-Jahjouh, 16 anni, è stato colpito a fucilate e ucciso da forze israeliane ai confini orientali di Gaza, mentre 40 palestinesi sono rimasti feriti con proiettili israeliani.
Il ministero ha aggiunto che tra i feriti c’erano un giornalista e un paramedico.
I manifestanti palestinesi si erano radunati ai confini orientali di Gaza.
Le forze israeliane hanno aperto il fuoco e lanciato candelotti lacrimogeni contro i manifestanti palestinesi riuniti ai confini orientali di Khan Younis, nella parte meridionale della Striscia di Gaza e a Jabaliya, nella parte settentrionale della Striscia di Gaza.
Le proteste per “La Grande Marcia del Ritorno” sono state lanciate il 30 marzo da migliaia di civili palestinesi a Gaza – che soffre per un assedio israeliano che dura da un decennio – che si sono recati ai confini per chiedere il loro diritto al ritorno come rifugiati alle loro  terre d’origine, ora nell’attuale Israele.

This entry was posted in gaza, info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *