CHIAMATA ALL’AZIONE

31 gennaio 2019

A pochi giorni dall’espulsione degli osservatori internazionali del TIPH presenti a Hebron da parte del governo israeliano, visto anche il ritiro dal campo di organizzazioni cattoliche come l’EAPPI e la conseguente carenza in organico di volontari internazionali, la Rete italiana ISM rinnova la propria solidarietà e rilancia il proprio impegno diretto nella lotta di liberazione, al fianco del popolo palestinese.

Ricordando che il TIPH era stato introdotto nel 1998 dalle Nazioni Unite dopo l’attacco terroristico perpetrato dagli israeliani a danno della popolazione civile palestinese all’interno della moschea di Abramo, situata nel centro storico di Hebron.

Consapevoli del grave rischio legato all’incolumità fisica e coscienti che a causa delle elezioni israeliane che si svolgeranno ad aprile 2019, alcuni partiti di governo pur di acquisire consenso elettorale dalle fasce politiche più estreme della popolazione, voglia legittimare indirettamente nuovi atti di violenza e nuovi omicidi di massa.

Coscienti che i dati in nostro possesso fanno emergere come l’interposizione non violenta all’interno del conflitto israelo – palestinese da parte di internazionali abbia drasticamente ridotto il tasso di violenza e la tensione all’interno del processo di pace.

CHIEDIAMO

A tutti gli internazionali e a tutti i volontari attualmente disponibili di recarsi nell’immediato in Palestina, dando priorità alla città di Hebron, dove riteniamo potrebbe ripartire una nuova ascesa della tensione, atta a legittimare politicamente le nuove elezioni  israeliane.

Inoltre chiediamo a tutta la comunità internazionale e alle Nazione Unite, vista l’espulsione senza alcuna valida motivazione, di osservatori internazionali riconosciuti dagli stati partecipanti, di avviare procedure sanzionatorie, di condanna e di esclusione nei confronti dello stato di Israele, quale membro delle Nazione Unite, per aver reiterato ripetutamente le violazioni di numerosissime convenzioni, trattati e risoluzioni del diritto internazionale.

Per iscrizioni o informazioni scrivere all’indirizzo italianism@inventati.org indicando nell’oggetto la città relativa al training al quale si vuole partecipare.

Ulteriori riferimenti ed informazioni:

Che cos’è la Rete italiana ISM: http://reteitalianaism.it/public_html/index.php/chi-siamo/

Sito in inglese dell’ISM (international Solidarity Movement): http://palsolidarity.org/

Sito del gruppo di supporto italiano: http://reteitalianaism.it/ e relativa pagina

facebook: https://www.facebook.com/ReteItalianaIsm

This entry was posted in info, Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *