Il WCC ritira gli accompagnatori da Hebron a causa di problemi di sicurezza

29 gennaio 2019

https://www.oikoumene.org/en/press-centre/news/wcc-pulls-accompaniers-from-hebron-due-to-security-concerns?fbclid=IwAR2H3cMESb_zNj7-NnwpafuTCJAgxjYgLeaNhMKWqZwk2GVa_afc39SsgNk

Il World Council of Churches, in Palestina ed Israele, ha preso la decisione di rimuovere gli Accompagnatori Ecumenici dalla zona di Hebron, a causa di problemi di sicurezza.

Il programma di accompagnamento del WCC è tra le varie organizzazioni non governative e di pacificazione che hanno raggiunto un punto critico questa settimana a causa delle presunte molestie da parte dei coloni e dei soldati israeliani.

Tra i gruppi che escono dall’area di Hebron c’è anche il Temporary International Presence a Hebron (TIPH), in questo caso a seguito di una decisione del governo israeliano di non rinnovare il mandato del TIPH. Il TIPH è stato istituito più di 20 anni fa per aiutare a proteggere i palestinesi nell’area di Hebron. Il mancato rinnovo di questo mandato e l’intensificazione delle vessazioni del programma del WCC e di altre presenze delle ONG minaccia di eliminare qualsiasi controllo internazionale e presenza protettiva da una delle situazioni più instabili nei territori palestinesi occupati, in un momento in cui la visione di un la pace sostenibile nella regione sembra più remota che mai.

Il segretario generale del WCC, Rev. Dr Olav Fykse Tveit, ha fatto appello per una pace giusta nell’area ed ha espresso la speranza che gli Accompagnatori ecumenici e altre presenze di monitoraggio e protezione internazionali possano tornare nella zona il prima possibile.

“Gli accompagnatori di WCC sono attualmente impossibilitati ad adempiere al loro ruolo di presenza protettiva pacifica per i residenti a Hebron”, ha affermato Tveit. “Dobbiamo rafforzare la nostra determinazione per il perseguimento della pace e non permettere che molestie o minacce ci impediscano di perseguire questo obiettivo”.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto che il 28 gennaio avrebbe espulso la presenza internazionale temporanea a Hebron, nella West Bank occupata, dopo aver accusato il TIPH di attività anti-israeliane.

Il programma di accompagnamento del WCC è una risposta a una chiamata specifica dei leader della chiesa palestinese nella regione. Il programma è stato istituito per affrontare le circostanze specifiche della regione, sebbene una metodologia simile sia stata sperimentata nel contesto di conflitti e diffuse violazioni dei diritti umani in Colombia.

 

This entry was posted in info and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *