Israele ordina la demolizione di cinque edifici a Issawiya

6 febbraio 2019

http://it.maannews.com/Content.aspx?fbclid=IwAR1leHieHhsnGtfbT1bEB4_y0DXF2jOfAyuko5GlC3G-JxlJNkZMlhgRx9M&id=782464

GERUSALEMME (Ma’an) – Mercoledì il personale della municipalità israeliana di Gerusalemme ha consegnato avvisi di demolizione agli edifici di proprietà palestinese nel quartiere di Issawiya, nella zona occupata di Gerusalemme Est.

Muhammad Abu al-Hummus, membro di un comitato di controllo locale, ha detto a Ma’an che lo staff della municipalità israeliana di Gerusalemme, scortato dalle forze israeliane, ha preso d’assalto Issawiya e consegnato avvisi di demolizione a diversi edifici di proprietà palestinese, con il pretesto di essere stato costruito senza un permesso.

Le forze israeliane hanno anche scattato fotografie di cinque edifici residenziali e commerciali da demolire.
Israele usa il pretesto di costruire senza un permesso per effettuare regolarmente demolizioni di case di proprietà palestinese.

Israele concede raramente ai palestinesi il permesso di costruire a Gerusalemme Est, anche se il comune di Gerusalemme ha affermato di ricevere, rispetto alla popolazione ebraica, un numero sproporzionatamente basso di richieste di permessi da parte delle comunità palestinesi, che vedono anche alti livelli di approvazione.

Per gli israeliani ebrei negli insediamenti illegali occupati di Gerusalemme Est, la pianificazione, il marketing, lo sviluppo e le infrastrutture sono finanziati ed eseguiti dal governo israeliano. Al contrario, nei quartieri palestinesi, tutto il peso ricade sulle singole famiglie per far fronte a una lunga domanda di permesso che può durare diversi anni e costare decine di migliaia di dollari.

This entry was posted in info and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *