Il celebre cantante islandese Paul Oscar invita il suo Paese a boicottare Eurovision in Israele

07 febbraio 2019

https://www.haaretz.com/world-news/europe/famed-icelandic-singer-paul-oscar-calls-to-boycott-eurovision-in-israel-1.6914876?fbclid=IwAR2NNnxXwI6BdVwNDd-GeHJK38mqrxvyjBAKcJsYLlI55LV6ISMs2ufSHPc

“La tragedia è che gli ebrei non hanno imparato nulla dall’Olocausto”, dice l’ex rappresentante dell’Eurovisione islandese

Pall Oskar, conosciuto all’estero come Paul Oscar, che ha rappresentato l’Islanda all’Eurovision Song Contest nel 1997, chiede all’Islanda di ritirarsi dall’evento da quando esso è tenuto in Israele.

Durante un’intervista di martedì all’emittente radiofonica nazionale Rás 1, Oskar ha passato in rassegna le sue critiche contro Israele, contro suo trattamento dei palestinesi, nonché contro il suo antisemitismo, secondo quanto riportato dalla fonte inglese a Reykjavik, Grapevine.
“La ragione per cui il resto dell’Europa è stata virtualmente silenziosa è che gli ebrei si sono intrecciati nel tessuto dell’Europa in un modo molto subdolo per molto tempo. Non è né bello né alla moda essere pro-Palestina in Gran Bretagna “, ha detto.

“La tragedia è che gli ebrei non hanno imparato nulla dall’Olocausto. Al contrario, hanno preso la stessa identica politica del loro peggior nemico “.
Oskar si è scusato in un post su Facebook per aver accomunato Israele con il popolo ebraico.

“Ammetto senza riserve che ho messo il governo israeliano, l’esercito israeliano e il popolo ebraico sotto lo stesso cappello”, ha scritto. “Ho fatto giudizi e generalizzazioni sul popolo ebraico”. Oskar ha dichiarato che le sue critiche a Israele sono comunque valide.
“Il governo di Israele, l’esercito di Israele e il loro governo, d’altra parte, non ricevono sconti”, ha detto. “Il resto del commento è valido.”

This entry was posted in info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *