La corte israeliana rilascia i filmati dei soldati che picchiano i palestinesi detenuti

12 marzo 2019

https://www.haaretz.com/israel-news/.premium-israeli-court-releases-footage-of-soldiers-beating-detained-palestinians-1.7017836?fbclid=IwAR2q1t_FNuv8hnvNU14ea0VtDfcyxc9LWlaMbhASaEwTxhYxRYFBQz-WjKI

I soldati, quattro dei quali sono stati condannati, picchiano il padre e il figlio palestinesi sulla testa mentre dicono “è la tua festa”.

Screenshot dal video di soldati israeliani che picchiano i prigionieri palestinesi in Cisgiordania, 8 gennaio 2019.

  • Soldati israeliani colpiscono due prigionieri palestinesi in testa dopo il loro arresto in Cisgiordania a gennaio.
    Domenica, il gruppo di fanteria di Yehuda è stato condannato per abuso aggravato e dovrebbe scontare una pena detentiva di sei mesi. Il quinto soldato, la cui parte nell’incidente è stata soprannominata “relativamente minore”, è stato condannata per abuso e condannato  due mesi in carcere.I prigionieri palestinesi hanno gli occhi coperti. Si sentono i soldati che dicono: “è la tua festa” e “dì ciao”.

I volti dei soldati e dei prigionieri sono stati oscurati nella versione del video resa pubblica.

Secondo gli articoli pubblicati a gennaio, i palestinesi, padre e figlio, sono stati detenuti l’8 gennaio per il sospetto di aiutare un palestinese che ha commesso un attacco a colpi di arma da fuoco all’incrocio dell’avamposto della Cisgiordania di Givat Assaf un mese prima. Durante l’attacco, due soldati del battaglione Yehuda, amici degli imputati, sono rimasti uccisi.
Netzah Yehuda è una unità ultra-ortodossa  delle Forze di Difesa Israeliane che consente ai soldati di prestare servizio nell’esercito osservando rigorosamente le usanze religiose. Fa parte della brigata di fanteria Kfir.
Dopo l’arresto di padre e figlio, diretti verso la base militare vicino all’insediamento di Beit El, i soldati hanno preso a pugni e calci i due, che sono stati ammanettati e bendati e li hanno colpiti con le loro armi, causando gravi ferite.
Le ferite di un detenuto erano così gravi che non è stato possibile interrogarlo immediatamente dopo l’incidente. I due palestinesi sono stati portati al Shaare Zedek Medical Center di Gerusalemme, dove uno di loro è rimasto in ospedale per tre giorni.
Il mese scorso il comandante dei soldati, un tenente, è stato incriminato per non aver impedito la violenza. L’ufficiale è stato accusato di non aver evitato il crimine, causando per negligenza lesioni e comportamenti disdicevoli a un ufficiale.
“Il comandante ha notato che i suoi soldati hanno commesso una dura violenza contro i detenuti palestinesi, mentre sono stati ammanettati e bendati, e nonostante questo non ha impedito loro di continuare a picchiarli”, ha detto l’accusa. L’ufficiale è stato sospeso dalle sue funzioni a causa dell’incidente.

This entry was posted in info and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *