L’esercito israeliano rapisce 7 bambini nei pressi di Bab Al-‘Amooud, a Gerusalemme

10 aprile 2019

https://imemc.org/article/army-abducts-seven-children-close-bab-al-amoud-in-jerusalem/?fbclid=IwAR2AURmOQYQMfNGmoVb_pAdcIbboHeDNvCoANFV1pUVx-KGEhb_l587On4c

I soldati israeliani hanno rapito, mercoledì all’alba, sette bambini palestinesi dalle loro case a Silwan e Jabal al-Mokabber e hanno chiuso la zona di Bab al-‘Amoud, nella Gerusalemme est occupata.

Il Centro informazioni di Wadi Hilweh a Silwan (Silwanic) ha detto che dozzine di soldati hanno invaso quartieri di Silwan e Jabal al-Mokabber, dopo averli circondati e isolati, e avviato ricerche violente sulle case.

Ha aggiunto che l’esercito ha rapito Khader Mohammad Odah, 13 anni, Jihad Jawad Abu Ramouz, 15, Mohammad Jawad Abu Ramouz, 15, Sultan Sarhan, 14, Mohannad Zeid Mashahra, 17, Omarein Suleiman Mashahra, 17 anni, e Odai Adnan Gheith, 17 anni.

I bambini si stavano dirigendo verso le loro scuole, quando i soldati li hanno fermati e rapiti, oltre ad assalire due di loro, causando vari tagli e lividi.

Decine di soldati e agenti di polizia sono stati schierati a Bab al-‘Amoud e Sultan Suleiman Street, e li hanno sigillati dopo aver scoperto una carica esplosiva in un sacchetto di plastica, e in seguito hanno annunciato che il presunto esplosivo era solo una raffica che era stata sparata nella zona.

Le misure israeliane sono state portate avanti con centinaia di studenti, impiegati e lavoratori che cercavano di raggiungere i loro posti di lavoro e le strutture educative.

 

This entry was posted in info and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *