Prigioniero palestinese sospende lo sciopero della fame di 29 giorni

25 aprile 2019

 https://www.maannews.com/Content.aspx?id=783324

BETHLEHEM (Ma’an) – Il prigioniero palestinese, Khaled Farraj, ha sospeso il suo sciopero della fame dopo 29 giorni, giovedì.
Il Prigioniero e l’ex Comitato per gli affari dei prigionieri hanno detto che Farraj, 31 anni, che è un residente del campo profughi di Dheisheh nel distretto sud-occidentale di Betlemme, ha sospeso il suo sciopero della fame di 29 giorni dopo che il suo avvocato ha raggiunto un accordo con l’accusa israeliana.L’accordo stabiliva che la detenzione amministrativa di Farraj non sarebbe stata rinnovata, il che significa che sarà rilasciato entro il 23 ottobre 2019.
Farraj è stato detenuto il 23 gennaio 2018 dal distretto meridionale di Betlemme nel West Bank; le autorità israeliane hanno immediatamente emesso un ordine di detenzione amministrativa contro di lui.
Il 26 marzo 2019, Farraj dichiarò uno sciopero della fame aperto, in quanto una forma di protesta contro la sua detenzione amministrativa, tuttavia, fu costretto a sospenderlo quando la sua salute si stava deteriorando.
Secondo il gruppo Addameer per i diritti dei prigionieri, ci sono 5.450 prigionieri palestinesi detenuti nelle prigioni israeliane, di cui 497 sono in detenzione amministrativa, e 48 prigioniere e 205 minori, 32 dei quali sotto i 16 anni.
I gruppi per la difesa dei diritti dicono che la politica di detenzione amministrativa di Israele è stata usata come tentativo di interrompere i processi politici palestinesi, in particolare contro attivisti, giornalisti e politici palestinesi.

This entry was posted in info and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *