Non c’è altro modo per dirlo: Israele uccide i bambini per terrorizzare Gaza fino alla sottomissione

https://medium.com/@brycegreene/

10 maggio 2019 

Domenica pomeriggio, Israele e Hamas hanno concordato un cessate il fuoco, ponendo fine a un’escalation di tre giorni di violenza nella Striscia di Gaza. Dopo che due manifestanti disarmati sono stati uccisi durante la protesta settimanale del venerdì, due soldati israeliani sono stati uccisi in uno scontro a fuoco al confine. L’esercito israeliano ha risposto con bombardamenti a Gaza provocando altri due morti palestinesi. In risposta, Hamas e altri gruppi politici minori come la Jihad islamica hanno lanciato una raffica di proiettili su Israele.

Maria Al-Ghazali, quattro mesi, uccisa nel bombardamento israeliano su area residenziale [Da @Timesofgaza]


Secondo un leader di Hamas, l’organizzazione riteneva che l’escalation fosse una risposta necessaria a Israele, che continua a evitare i suoi obblighi di allentare il blocco – uno dei termini del cessate il fuoco dopo Operation Protective Edge. Per mostrare la resistenza contro Israele, Hamas e altri gruppi militanti nella striscia lanciano occasionalmente proiettili fatti in casa nel sud di Israele. In realtà questi “razzi” sono deboli, soprattutto rispetto alla macchina da guerra ad alta tecnologia che Israele possiede. In effetti, solo quattro israeliani sono stati uccisi dall’indiscriminato lancio di razzi nelle aree urbane di Israele. Secondo l’Independent, questa è la prima volta in cinque anni che un israeliano è stato ucciso da un proiettile lanciato da Gaza.
Come nota a margine: quando il Jerusalem Post riferì in anticipo sugli israeliani feriti, il loro numero fu gonfiato di 10 volte dicendo che furono lievemente feriti mentre correvano al riparo e 45 che soffrivano di “ansia”. Solo tre in questo caso sono stati feriti dal lancio di un missile a Gaza.
Perché allora, di fronte a una minaccia così insignificante, Israele decide di scatenare una frenesia di bombardamenti in una delle aree più povere del mondo? I funzionari israeliani dicono spesso che si tratta di qualcosa chiamato “capacità di deterrenza”.

Israele bombarda Gaza durante la notte [da @MuhammadSmiry]


La capacità di deterrenza è essenzialmente una misura di come fare in modo che le persone siano terrorizzate di una risposta violenta se volessero scavalcare le reti verso Israele. In tutto lo stato di Israele, la capacità di deterrenza è stata al centro della sua strategia militare. È stabilito quando le forze israeliane “dimostrano un vero teppismo” su richiesta degli alti funzionari israeliani. Più indiscriminata è la violenza e più paura viene messa nel cuore dei palestinesi, meno è probabile che essi possano resistere alle dure cure di Israele. Gli israeliani usano il termine “falciare il prato” per descrivere questi scoppi di violenza periodici. È un tentativo deliberato di sconfiggere un popolo disperato obbligandolo alla sottomissione per raggiungere fini politici. In una parola, è la definizione di terrorismo di stato.
Domenica scorsa, mentre le bombe stavano ancora cadendo, Hamas e la Jihad islamica hanno segnalato che erano pronti a raggiungere un cessate il fuoco. Israele lo ha ignorato perché, secondo i funzionari israeliani, volevano ristabilire la loro capacità di deterrenza. Netanyahu ha promesso “attacchi massicci” e ha persino iniziato a mobilitare le forze di terra in preparazione di un’invasione. In altre parole, i militari volevano che la popolazione di Gaza ne soffrisse di più in modo da temere di più Israele. Se temono abbastanza le bombe israeliane, la strategia israeliana presuppone che il popolo di Gaza accetti tranquillamente la distruzione della loro società. L’unica ragione per cui Israele non ha aumentato le bombe è che non voleva destreggiarsi con il bombardamento di una popolazione indifesa durante il contesto della canzone dell’Eurovision che si terrà a Tel Aviv quest’anno.

Seba Abu Arar, 14 mesi, uccisa nei bombardamenti israeliani [da @MuhammadSmiry]


La decisione di continuare il bombardamento è arrivata anche dopo che si sapeva che c’erano molti civili, tra cui una donna incinta e un bambino, uccisi negli attacchi. Evidentemente il comando israeliano non si è preoccupato di queste vittime. Questo è solo l’ultimo esempio di Israele che usa le preoccupazioni sulla sicurezza per giustificare il terrorismo definitivo. Per mostrare quanto sia spurio il pretesto per la sicurezza, poniti una semplice domanda: quale effetto avrà il bombardamento sulla sicurezza israeliana?
Gli attentati non sono mai progettati per distruggere militarmente Hamas. Sarebbe impossibile senza cancellare completamente la striscia dopo un’invasione costosa e poi sradicare del tutto la società civile di Gaza. Gli attacchi inoltre non indeboliscono politicamente Hamas, ma lo rafforzano. La popolarità di Hamas deriva in parte dalla loro reputazione di resistenza armata contro l’aggressione israeliana. La resistenza armata non sarebbe così popolare se Israele non continuasse a inimicarsi la popolazione con un blocco paralizzante e perpetuando la crisi umanitaria.
Quando Israele attacca Gaza, non si aspettano una sorta di modifica allo status quo. L’attacco dell’enclave serve solo ad esacerbare sia i sentimenti di ostilità sia le condizioni conseguenti. Tutto ciò aumenta la probabilità di violenza palestinese. Finché Israele rifiuta di affrontare le radici della situazione, la vita quotidiana a Gaza rimarrà invariata, insieme con le condizioni che portano alcuni a giustificare la sparatoria di proiettili su Israele.
Quindi, quando Israele bombarda una delle aree più densamente popolate del mondo, massacra senza remore neonati e bombarda rifugi scolastici e residenze personali tutti in nome della sicurezza, il lettore serio deve capire come questo sia niente meno che una copertura per la prosecuzione del terrorismo contro il popolo palestinese. Senza l’ostinata ignoranza, la ginnastica mentale o la totale dissonanza cognitiva, non c’è altro modo di dirlo.

This entry was posted in gaza, opinioni and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *