Israele / OPT: fotoreporter palestinese a rischio imminente di essere strappato via dalla sua famiglia

https://www.amnesty.org/

23 maggio 2019
Il fotoreporter palestinese Mustafa al-Kharouf, che è a rischio imminente di una deportazione che viola il diritto internazionale e lo allontanerà dalla moglie e dal bambino, deve avere la residenza permanente a Gerusalemme Est, ha detto oggi Amnesty International.

“La decisione delle autorità israeliane di rifiutare la domanda di residenza di Mustafa al-Kharouf e deportarlo sulla base di accuse infondate è crudele e illegale. Deve essere rilasciato immediatamente e deve ottenere la residenza permanente a Gerusalemme est, così da poter riprendere la sua vita normale con sua moglie e suo figlio “, ha detto Saleh Hijazi, capo dell’ufficio di Gerusalemme di Amnesty International.

“La detenzione arbitraria e la deportazione pianificata di Mustafa al-Kharouf riflettono la politica a lungo termine di Israele di ridurre il numero di palestinesi residenti a Gerusalemme Est, mentre negano loro i diritti umani.

La comunità internazionale deve agire con urgenza per fare pressione sulle autorità israeliane per invertire la sua decisione di deportarlo

Mentre due tribunali israeliani hanno precedentemente confermato la sua decisione di deportazione, l’avvocato di Mustafa al-Kharouf ha recentemente presentato una richiesta di appello alla Corte Suprema israeliana nel tentativo di invertire la decisione. La Corte deve ancora decidere se considerare il suo ricorso.

“Le autorità israeliane devono rispettare i loro obblighi internazionali e assicurare che Mustafa al-Kharouf possa rimanere al sicuro nella sua casa concedendogli uno status di residenza permanente a Gerusalemme Est. La comunità internazionale deve agire con urgenza per fare pressione sulle autorità israeliane per invertire la sua decisione di deportarlo “. Ha detto Saleh Hijazi.

La deportazione israeliana di Mustafa al-Kharouf dai territori palestinesi occupati costituirebbe una grave violazione della Quarta Convenzione di Ginevra e un crimine di guerra ai sensi dello Statuto di Roma del Tribunale penale internazionale.

Tra il 1967 e la fine del 2018, Israele ha revocato lo status di 14.643 palestinesi da Gerusalemme Est.

backgound

Mustafa al-Kharouf è un fotoreporter palestinese di 32 anni nato da madre algerina e padre palestinese di Gerusalemme. Vive nella Gerusalemme Est occupata con sua moglie Tamam al-Kharouf e una figlia di 18 mesi, Asia. Si era trasferito a Gerusalemme Est con la sua famiglia dall’Algeria quando aveva 12 anni.

This entry was posted in info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *