Israele distrugge l’infrastruttura marina palestinese sostenendo che combatte il terrorismo

https://thegazapost.com/

martedì 11 giugno 2019

L’occupazione israeliana non ha bisogno di giustificazioni per commettere crimini contro i pescatori palestinesi, afferma Zakaria Baker, capo del comitato sindacale dei pescatori.

 Israele distrugge le infrastrutture marine palestinesi sostenendo che combatte il terrorismo nel porto marittimo palestinese

Baker ha dichiarato in una dichiarazione rilasciata a Gaza Post: “Le autorità israeliane hanno arrestato quattro pescatori, sostenendo che stavano cercando di contrabbandare grandi quantità di fibra di vetro, ben sapendo che non avevano questa presunta sostanza quando sono stati arrestati”.

“Questa sostanza viene principalmente utilizzata per produrre barche o giocattoli per bambini, il che significa che sono utilizzati in industrie civili in contrasto con le affermazioni israeliane”. Ha aggiunto.

Baker ha continuato dicendo: “L’occupazione fa diventare qualsiasi attività pacifica palestinese  a Gaza orientale una azione ostile per ingannare l’opinione pubblica internazionale e svolgere il ruolo di vittima”.

Secondo il recente rapporto dell’Unione, 26 pescatori palestinesi sono stati arrestati mentre 27 sono rimasti feriti, 9 navi sono state confiscate e 41 sono state distrutte durante l’ultima escalation sull’enclave costiera assediata.

This entry was posted in gaza, info and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *