Ministero della Pubblica Istruzione: la detenzione e l’interrogatorio di minori è un crimine contro l’umanità

https://imemc.org/
6 agosto 2019
La detenzione israeliana in corso e l’interrogatorio di bambini palestinesi sono crimini contro l’umanità, ha detto martedì il Ministero della Pubblica Istruzione (MoE).Il ministero ha condannato la continua occupazione in quanto usa misure repressive e sistematiche contro i bambini e gli studenti minori palestinesi, in particolare a Gerusalemme, sottolineando che queste pratiche sono crimini gravi e continui contro i bambini palestinesi.

Il ministero ha sottolineato che tali pratiche rappresentano una flagrante violazione delle convenzioni internazionali, in particolare l’articolo 16 della Convenzione sui diritti del fanciullo che stabilisce: “Nessun bambino deve essere soggetto a interferenze arbitrarie o illecite con la sua privacy, la sua famiglia, la sua casa , o corrispondenza, né ad attacchi illegali al suo onore e alla sua reputazione “.

Il ministero ha aggiunto che la scena della convocazione del bambino Muhammad Elyyan, dalla città di al-Eesawiyya, per un interrogatorio, è vergognosa e riflette la brutalità dell’occupazione militare e rivela la sua palese violazione di tutti i diritti, convenzioni e valori umani.

Ha inoltre attirato l’attenzione sui duri effetti psicologici di arresti e detenzioni di bambini in cattive condizioni di salute, sottolineando che le continue violazioni dell’occupazione israeliana, contro i bambini palestinesi, derivano dal silenzio internazionale su queste pratiche criminali.

Il ministero ha rinnovato la sua richiesta che tutti i diritti umani locali e internazionali, insieme alle istituzioni umanitarie e ai media, abbiano la responsabilità di porre fine a queste violazioni e ritengano le autorità di occupazione responsabili dei crescenti crimini contro i bambini palestinesi.

This entry was posted in info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *