Israele: l’Alta Corte dà il via libera all’esercito per il rifiuto di rilasciare i corpi dei palestinesi

10 settembre 2019

https://www.middleeastmonitor.com/20190910-israel-high-court-gives-green-light-for-army-to-block-release-of-palestinian-bodies/

I medici palestinesi portano il cadavere di Ali Sami Aska Al-Ashqar che è stato ucciso dalle forze israeliane durante la Grande Marcia del Ritorno ‘a Gaza il 6 settembre 2019 [Ramez Habboub / Anadolu Agency]

Lunedì l’Alta Corte israeliana ha dato il via libera all’esercito israeliano per quanto riguarda il blocco del rilascio dei corpi dei palestinesi uccisi dalle forze di occupazione, ha rivelato Gerusalemme Legal Aid and Human Rights Center (JLAC). I cadaveri saranno usati come gettoni di scambio in qualsiasi futura trattativa tra israeliani e palestinesi.

Il JLAC ha affermato che un’audizione allargata della Corte Suprema di sette giudici ha decretato da 4 a 3 a favore dell’esercito israeliano che ha il potere di trattenere i corpi dei palestinesi morti per usarli a tali scopi.

Secondo Adalah, il Centro legale per i diritti delle minoranze arabe in Israele, la corte ha affermato che i regolamenti di emergenza israeliani consentono all’esercito di ordinare la sepoltura provvisoria di corpi designati come nemici deceduti. “Questa sepoltura si basa su considerazioni che tengono conto della sicurezza dello stato, dell’ordine civile e della necessità di negoziare per il ritorno dei corpi dei soldati israeliani”, ha sottolineato.

La nuova sentenza ribalta una precedente decisione di un’alta corte ordinaria che afferma che il regime militare che fondamentalmente governa i palestinesi nella Cisgiordania occupata non ha il potere di mantenere i corpi dei palestinesi morti.

“Questa è la prima volta nella storia che un tribunale – in qualsiasi parte del mondo – ha autorizzato le autorità statali a tenere sotto controllo i corpi di soggetti ai quali si applicano le leggi internazionali che regolano l’occupazione e ad usarli come gettoni di contrattazione”, ha osservato Adalah . “Questa è una delle sentenze più estreme della Corte Suprema dal 1948, in quanto mina i principi più elementari dell’umanità universale. La sentenza del tribunale viola le leggi israeliane e internazionali, in particolare la Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e altre pene o trattamenti crudeli, disumani o degradanti “.

Israele sta trattenendo i corpi di 304 palestinesi e arabi uccisi dall’occupazione del 1967 in Cisgiordania e Gaza in quello che è noto come il “cimitero dei numeri”. Tiene anche i corpi di 52 palestinesi uccisi dalle sue forze di sicurezza dal 2015.

This entry was posted in info and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *