Le forze israeliane sparano a una donna palestinese al checkpoint

https://www.middleeastmonitor.com/
18 settembre 2019 
Il personale di sicurezza israeliano ha sparato a una donna palestinese ad un posto di blocco nella Cisgiordania occupata mercoledì, ha detto la polizia israeliana, e funzionari palestinesi hanno riferito che è morta in conseguenza, riferisce Reuters.

Le forze israeliane adottano misure di sicurezza bloccando la strada, dopo che una donna palestinese, 50 anni, è stata colpita e martirizzata da loro nel campo profughi di Qalandia, a sud di Ramallah, in Cisgiordania, il 18 settembre 2019 [Issam Rimawi / Anadolu Agency]
I

La Cisgiordania, tra i territori in cui i palestinesi cercano il loro stato, ha visto crescere la violenza di strada da quando i colloqui di pace sponsorizzati dagli USA con Israele si sono interrotti nel 2014.

Il video circolato sui social media, e che Reuters non è stato in grado di verificare immediatamente, ha mostrato uomini con fucili che affrontano una donna. Si sente uno sparo e lei crolla, lasciando cadere qualcosa dalla sua mano. Uno degli uomini quindi calcia l’oggetto fuori dalla sua portata.

Muhammad M Alarabeed #GAZA
@ PALESTINE0_GAZA

https://twitter.com/i/status/1174209621914988546

Come le forze di occupazione israeliane hanno sparato a una donna palestinese questa mattina, Gerusalemme.
Dove sono gli appaltatori del mondo? 😢
dove il pianto dell’umanità?
Non vedono come Israele stia violando i diritti umani?
Non è una questione di Palestina, è una questione di umanità😭
Un portavoce della polizia israeliana ha dichiarato su Twitter che una “donna terrorista ha tentato di effettuare un attacco con il coltello” al checkpoint di Qalandia. Ha pubblicato una foto di un coltello sull’asfalto.

Il ministero della salute palestinese ha dichiarato che una donna colpita a Qalandia era morta. I funzionari palestinesi non hanno immediatamente fornito ulteriori dettagli su di lei.

 

This entry was posted in info and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *