Dalla Repressione alla Resistenza

29 dicembre 2019

di Stavit Sinai

https://medium.com/humboldt3/from-repression-to-resistance-47aeeaa787ea

La lotta contro l’apartheid israeliano a Berlino continua.

Protesta di fronte al Parlamento tedesco, giugno 2019

Man mano che la realtà dell’apartheid illegale e sistematico di Israele diventa ampiamente nota, gli attivisti politici che parlano dei crimini di Israele contro l’umanità affrontano la persecuzione dello stato, anche nelle cosiddette democrazie liberali occidentali.
L’incapacità di Israele di giustificare i suoi atti disumani contro i palestinesi lascia una sola opzione: mettere a tacere l’opposizione. La “guerra al BDS” e i recenti tentativi di vietare il BDS in Europa e negli Stati Uniti sono il risultato diretto di questa politica, che non esclude gli ebrei israeliani anti-sionisti.
Tuttavia, il tentativo di reprimere il dissenso e abbattere la solidarietà globale con i palestinesi non è riuscito a zittirci. Al contrario, abbiamo scelto di espandere la lotta contro l’apartheid usando i nostri privilegi e resistendo attivamente con i mezzi che abbiamo: azioni dirette, disobbedienza civile e confronto con i rappresentanti dello stato dell’apartheid e i loro sostenitori.
La nostra tattica è guidata da un obbligo umanistico radicale e rivoluzionario non solo di criticare la politica del governo di Israele nei territori occupati nel ’67 (come fanno le organizzazioni liberali sioniste nel loro tentativo di coprire la realtà), ma di sfidare la natura stessa di quello stato etnico e suprematista.
A causa della minaccia politica che questo approccio comporta, abbiamo spesso incontrato violenza sotto forma di arresti, percosse, procedimenti penali, esclusione da gruppi locali e diffamazione pubblica.
Nel maggio 2019 abbiamo affrontato la lobby israeliana in Germania disturbando un evento di propaganda pubblica e confrontando l’ambasciatore dell’apartheid a Berlino, Jeremy Issacharoff:

Dalla pagina twitter di Stavit Sinai.
“Sorridi, la polizia sta arrivando per te”

Questa azione ha portato all’arresto violento dell’attivista Ronnie Barkan. Guarda la polizia che cattura e porta in custodia Ronnie:

Dalla pagina twitter di Stavit Sinai

Il nostro collettivo ha incontrato di nuovo Jeremy Issacharoff ad agosto, durante la protesta fronte al festival cinematografico sponsorizzato dall’apartheid a Berlino:

Dalla pagina twitter di Ronnie Barkan: “Il Seret Film Festival, sponsorizzato da Israele ha tenuto il suo evento di gala l’1 settembre al Babylon Berlin. A questa stravaganza per coprire i crimini israeliani ha partecipato l’ambasciatore dell’apartheid Issacharoff. Mentre stavamo manifestando dall’altra parte della strada, ho spiegato le ragioni per boicottare il festival”

All’inizio di quest’anno siamo stati processati al Tribunale penale di Berlino, dove abbiamo affrontato le autorità giudiziarie per la nostra azione presso l’Università Humboldt nel 2017, contro la parlamentare della Knesset Aliza Lavie, una funzionaria israeliana che presumibilmente ha la responsabilità per crimini di guerra e crimini contro l’umanità.

Dalla pagina twitter di Shahd Abusalama: “Dall’esterno di un tribunale penale a Berlino, dove mio fratello Majed Abusalama e altri 2 attivisti antirazzisti sono sotto processo per aver interrotto una rappresentante dello stato israeliano ed esposto la sua complicità nei crimini di guerra israeliani contro i palestinesi”

Uno sguardo agli aggiornamenti sul processo (in inglese) 

Mentre le carte si stanno lentamente scoprendo in Israele, è sempre più cruciale portare i crimini israeliani alla consapevolezza pubblica e chiedere che Israele si assuma la delle sue azioni.

Con ogni azione di solidarietà, facciamo un altro passo verso l’abolizione dell’apartheid e l’inizio di una nuova era in Palestina: una Palestina umana ed equa per tutti i figli e le figlie di questa terra.

“Es lebe die Freiheit!”

Vostra,

Stav

Stavit Sinai è una studiosa e attivista. Si occupa di resistenza intellettuale e disobbedienza civile contro l’apartheid israeliano a Berlino. www.routledge.com/authors/i18800-stavit-sinai

This entry was posted in info and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *