Almeno 10 feriti nell’incursione israeliana alla moschea Al-Aqsa

https://www.middleeastmonitor.com/
1 febbraio 2020 
Venerdì all’alba le forze di occupazione israeliane hanno fatto irruzione nella moschea di Al-Aqsa e hanno attaccato migliaia di fedeli palestinesi usando proiettili di gomma, ferendo almeno dieci persone, secondo quanto riferito da Arab48.com.

Le forze di sicurezza israeliane  bloccano la porta di Damasco all’aumentare della tensione tra forze israeliane e palestinesi al di fuori del composto della moschea Al-Aqsa a Gerusalemme est il 29 gennaio 2020 [Mostafa Alkharouf – Agenzia Anadolu]

I fedeli palestinesi hanno cantato: “Con anima e sangue, ci sacrificheremo per il bene di Al-Aqsa”.

L’occupazione israeliana ha adottato rigorose misure di sicurezza preventive al fine di reprimere le possibili proteste palestinesi contro “l’accordo del secolo” degli Stati Uniti.

Testimoni hanno confermato che le forze di occupazione israeliane hanno impedito a centinaia di fedeli di entrare nel luogo sacro per la preghiera del venerdì.

Venerdì ci sono state massicce proteste contro l’accordo in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. Oltre 50 manifestanti palestinesi, tra cui 15 a Gaza, sono stati feriti dalle forze di occupazione israeliane.

This entry was posted in info and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *