Una madre di quattro figli tra i 12 palestinesi detenuti oggi nelle incursioni in Cisgiordania

https://daysofpalestine.com
04 febbraio 2020
Le forze israeliane hanno arrestato 12 palestinesi, tra cui una madre di quattro figli, e ferito altri due in molteplici raid in Cisgiordania, ha affermato la Palestine Prisoner Society (PPS).

Ha dichiarato in un comunicato stampa che le forze israeliane hanno fatto una retata con sei palestinesi dei distretti di Hebron nella Cisgiordania meridionale.

Fonti di sicurezza palestinesi hanno affermato che uno dei sei detenuti, residente nella città di Dura, è un ex prigioniero che ha trascorso 10 anni dietro le sbarre israeliane.

Ne hanno identificato un altro come ufficiale delle forze di sicurezza nazionali della città di Sair e un altra come madre di quattro figli della città di Idna.

Nel distretto di Betlemme, veicoli militari israeliani hanno preso d’assalto il campo profughi di Dheisheh, dove i soldati hanno arrestato un palestinese.

Nel distretto di Ramallah, le forze israeliane hanno fatto irruzione nel villaggio di Beit Ur al-Tahta, a ovest di Ramallah, e hanno prelevato due palestinesi, tra cui un ex prigioniero.

Nella Cisgiordania settentrionale, PPS ha riferito di un raid militare nel villaggio di Izbit al-Tayyah, a est della città di Tulkarm, con conseguente detenzione di un palestinese.

Un altro uomo è stato catturato in un’incursione nella città di Deir al-Ghusun, a nord della città di Tulkarm.

Nel distretto di Jenin, i soldati che gestiscono un posto di blocco vicino a Tubas si sono fermati e hanno aggredito brutalmente un palestinese, infliggendogli lividi alla testa e alla schiena. L’uomo è stato identificato come residente nella città di Qabatia.

Nel frattempo, PPS ha affermato che un palestinese è stato arrestato nell’antica città di Gerico.

PPS ha detto che il palestinese è stato arrestato in un raid che ha innescato scontri nel campo profughi di Aqbat Jabr, a sud della città di Gerico.

Durante i successivi scontri, i soldati hanno aperto il fuoco contro i giovani locali bloccandone il passaggio, ferendo due manifestanti con proiettili d’acciaio rivestiti di gomma.

Entrambe le vittime sono state portate di corsa in un ospedale vicino per cure.

This entry was posted in info, prigionieri and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *