Giornata della madre: “Israele” tiene in prigione 17 madri Palestinesi

http://qudsnen.co/

21 marzo 2020
Palestina occupata (QNN) – Lo stato di occupazione ospita 43 donne palestinesi, tra cui 17 madri, nelle sue prigioni, privandole di una vita normale con i loro figli e le loro famiglie.

L’Associazione dei prigionieri ha informato in una dichiarazione rilasciata in occasione della Festa della mamma che “il servizio israeliano delle carceri (IPS) nega ad alcune madri incarcerate le visite dei loro figli e impedisce loro di abbracciare i propri figli o di avere telefonate con loro”.

La dichiarazione ha aggiunto che le detenute attualmente soffrono di condizioni ancora più difficili a causa delle misure adottate a causa della diffusione del coronavirus. Gli israeliani hanno fermato tutte le visite di familiari e avvocati mentre si teme che la loro vita possa essere in pericolo.

“Alcune delle detenute sono madri di neonati. Sono state arrestate e condannate a mesi o anni in prigione ”, ha aggiunto la nota.

Tra le prigioniere Rawan Samhan, che è stata arrestata quando suo figlio aveva solo 8 mesi, e l’israeliana Ja’abis, che è stata condannata a 11 anni di prigione e ha sofferto di gravi ustioni.

La dichiarazione ha sottolineato che le donne detenute sono sottoposte a tortura e i maltrattamenti che subiscono partono da quando vengono arrestate fino a quando non vengono interrogate e incarcerate.

This entry was posted in info, prigionieri and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *