Coloni israeliani bruciano centinaia di ulivi nel sud di Nablus

https://imemc.org/
27 giugno 2020

I coloni israeliani hanno incendiato sabato una terra agricola di proprietà palestinese nel villaggio di Burin, a sud della città di Nablus, nella Cisgiordania settentrionale.Il capo del gruppo di controllo palestinese per l’insediamento israeliano illegale coloniale, per la Cisgiordania settentrionale, Ghassan Daghlas, ha detto ai media sabato pomeriggio che diversi coloni israeliani armati, provenienti dall’insediamento israeliano illegale di Giv’at Ronaie, hanno fatto irruzione in un vicino terreno agricolo di proprietà Palestinese, ad est del villaggio di Burin.

Ha detto che subito dopo aver fatto irruzione nella terra della fattoria, hanno iniziato a incendiare centinaia di alberi di ulivo fruttuosi e altre colture.

Ha aggiunto che dopo aver effettuato il loro assalto al terreno agricolo, sono fuggiti dalla zona, in tranquillo ritorno verso il loro insediamento illegale.

Sempre coloni israeliani  hanno ripetutamente attaccato terre agricole di proprietà palestinese in diverse aree della Cisgiordania. Ci sono quasi 200 insediamenti israeliani illegali, eretti su terre palestinesi, attraverso tutta la Cisgiordania.

Gli attacchi dei coloni contro le proprietà palestinesi sono stati ampiamente percepiti dai palestinesi come viziosi tentativi da parte dei coloni israeliani illegali di disturbare le normali vite dei palestinesi e costringerli a concedere le loro terre agricole adiacenti agli insediamenti israeliani coloniali.

This entry was posted in info and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Coloni israeliani bruciano centinaia di ulivi nel sud di Nablus

  1. giorgio krebel says:

    la chiusa dell’articolo è semplicemente fantastica… questi palestinesi vedono proprio la malafede in tutto!.. Quell’ “ampiamente percepiti” e “viziosi tentativi di disturbare…” sono vere perle di giornalismo “neutrale”. Complimenti
    “Gli attacchi dei coloni contro le proprietà palestinesi sono stati ampiamente percepiti dai palestinesi come viziosi tentativi da parte dei coloni israeliani illegali di disturbare le normali vite dei palestinesi e costringerli a concedere le loro terre agricole adiacenti agli insediamenti israeliani coloniali.”

  2. Roberta Russo says:

    La deriva violenta e fascista di un certo Israele mi addolora e mi sgomenta. Lo sento come un tradimento degli ideali di coloro che pensarono, faticavano, morirono per l’ideale sionista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *