“Israele” taglia 200 ulivi a Deir Istiya

https://qudsnen.co/
 21 luglio 2020

Salfit (QNN) – Le forze israeliane hanno tagliato oltre 200 ulivi nel villaggio di Deir Istiya a Salfit questa mattina.

Il sindaco del villaggio, Saeed Zeidan, ha detto a QNN che le forze israeliane accompagnate da bulldozer hanno fatto irruzione nel villaggio alle 6 del mattino e hanno demolito oltre 200 alberi di ulivo, che hanno più di 20 anni, livellando 14 dunum di terra.

Ha aggiunto che quasi due mesi fa, il proprietario della terra ha trovato notifiche di livellamento, che affermano che la sua terra è di proprietà dello “stato di Israele”. Il proprietario ha intentato una causa presso un tribunale israeliano, ma l’esercito israeliano si è precipitato a spianare la terra oggi.

Zeidan ha osservato che “le autorità occupanti negli ultimi due mesi hanno intensificato le loro attività di insediamento e di accaparramento di terreni oltre a comunicazioni sulla demolizione e lo sradicamento degli alberi”.

Ha sottolineato che l’esercito israeliano ha sradicato migliaia di alberi produttivi del villaggio dal 1967.

Deir Istiya ha 36.500 dunum di terreni agricoli, tuttavia, il 68% di essi si trova nell’area classificata come “C” ai sensi degli Accordi di Oslo. 11 dunum delle terre del villaggio sono classificati dagli israeliani come “riserve naturali” che i palestinesi non possono usare sebbene abbiano documenti che provano la loro proprietà delle terre.

Deir Istiya è uno dei tre principali villaggi olivicoli della Palestina, inoltre ci sono piantati altre centinaia di altri alberi fruttiferi. Le sue 12 sorgenti d’acqua hanno contribuito a mantenerlo un ambiente ideale per la maggior parte degli alberi.

Zeidan ha osservato che l’esercito israeliano ha scavato un pozzo d’acqua per rubare l’acqua dal villaggio e fornire ai coloni illegali oltre 280 milioni di metri cubi d’acqua, privando il villaggio e tutti i villaggi intorno dell’acqua.

This entry was posted in info and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *