Bambino palestinese rapito da agenti sotto copertura a Gerusalemme

https://imemc.org/
25 luglio 2020 

La polizia israeliana sotto copertura ha rapito, giovedì, un bambino palestinese di 12 anni dal quartiere occupato di Gerusalemme, al-Isawiya, secondo quanto riferito dall’agenzia palestinese WAFA.

Testimoni hanno rivelato che agenti sotto copertura sono stati visti uscire da un veicolo civile e rapire Moath Ewewi, 12 anni, portandolo in un luogo sconosciuto.

Le forze israeliane sotto copertura, conosciute come Musta’ribeen, sono agenti speciali che si vestono da palestinesi, quindi possono facilmente eseguire rapimenti, all’interno di città e villaggi palestinesi, secondo il Centro informazioni palestinese.

VID20200724WA1

Undercover and armed Israeli police abducting and choking a Palestinian child, Moath Ewewi,12 years old, in Isawiya yesterday. This follows months of injuring and arresting children in the besieged East Jerusalem neighborhood.

Gepostet von International Solidarity Movement am Freitag, 24. Juli 2020

Il Wadi Hilweh Information Center (Silwanic) ha riferito che il bambino è stato rilasciato venerdì e ha citato il bambino dicendo:

“Stavo guardando la casa, mi hanno attaccato, sotto copertura, hanno messo le maschere, hanno tirato fuori le armi e mi hanno portato via … Mia madre è venuta e mi ha fatto rilasciare … Mi hanno picchiato sulla testa e sulle mani e mi hanno insultato.”

This entry was posted in info and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *