Rivolta palestinese mentre Israele mette altoparlanti nella moschea di Al-Aqsa

https://www.middleeastmonitor.com
11 settembre 2020

Mercoledì, i soldati israeliani hanno installato altoparlanti sulle pareti settentrionale e occidentale del complesso della moschea di Al-Aqsa nella Gerusalemme est occupata.

La polizia israeliana sale una scala per installare altoparlanti e dispositivi elettronici sul muro settentrionale alla Moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme il 6 settembre 2020 [Agenzia Mostafa Alkharouf / Anadolu]

Il sistema di altoparlanti consente alle forze israeliane di disturbare e violare ulteriormente i fedeli musulmani nella moschea facendo annunci e dando istruzioni a coloro che si trovano nel complesso.

È il terzo set di altoparlanti che le autorità israeliane hanno installato dal 2017, consentendo loro di trasmettere sul lato settentrionale del complesso della moschea di Al-Aqsa dall’interno e dall’esterno, parallelamente a quello gestito dall’Islam Waqf (in dotazione)  responsabile del sito religioso.

La Giordania ha condannato la mossa come parte di ciò che ha descritto come “continue violazioni israeliane”.

Il portavoce del ministero degli Esteri, Deifallah Fayez, ha detto che le “pratiche assurde” delle forze israeliane presso il sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO sono “irresponsabili e costituiscono una provocazione contro i sentimenti dei musulmani di tutto il mondo”.

Ha esortato la comunità internazionale ad assumersi le proprie responsabilità ed esercitare pressioni su Israele affinché fermi i suoi attacchi che violano il diritto internazionale.

L’ex gran mufti della moschea di Al-Aqsa, Ekrima Sabri, ha detto a Middle East Eye che Israele cerca di imporre la sua sovranità sulla moschea e minare il Waqf islamico.

Ha detto: “Le misure dell’occupazione contro Al-Aqsa non sono valide e illegali. Non le riconosciamo. Riteniamo il governo israeliano responsabile della violazione della santità di Al-Aqsa, perché è direttamente responsabile di qualsiasi aggressione ed è quello che protegge i coloni che assaltano il sito, incoraggiandoli ad aumentare il loro numero “.

La moschea di Al-Aqsa è il terzo sito più sacro al mondo per i musulmani. Gli ebrei chiamano l’area il Monte del Tempio, sostenendo che nei tempi antichi era il sito di due templi ebraici.

Israele ha occupato Gerusalemme Est, dove si trova Al-Aqsa, durante la guerra arabo-israeliana del 1967. Ha annesso l’intera città nel 1980 con una mossa mai riconosciuta dalla comunità internazionale.

This entry was posted in info and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *