I coloni e le loro famiglie prendono d’assalto il sito archeologico di Burnat a Nablus

https://english.palinfo.com/
29 marzo 2021         NABLUS
Centinaia di coloni ebrei hanno preso d’assalto lunedì mattina un sito archeologico vicino alla città di Nablus, nel nord della Cisgiordania occupata.

Fonti locali hanno detto che i coloni sono arrivati ​​in moto e autobus nella zona di Burnat, che si trova sulla cima del monte Ebal, a nord di Nablus.

Le forze di occupazione israeliane (IOF) si sono schierate nelle strade circostanti per garantire l’assalto ai coloni.

Questa è la prima volta che questo numero di coloni compie incursioni in questo sito con le loro famiglie.

I cosiddetti gruppi di Hilltop Youth avevano precedentemente annunciato la loro intenzione di irrompere sul Monte Ebal per raggiungere il sito archeologico.

Burnat si trova sulla sommità del versante settentrionale del Monte Ebal, a est della città settentrionale di Asira, e si estende su circa 37 dunum.

Il sito contiene catene di pietra e un edificio in pietra che gli agricoltori usano come riparo dalla pioggia invernale e dal caldo estivo, oltre a mettere dentro i loro attrezzi agricoli e il bestiame.

I coloni affermano che questo sito include l’altare di Yeshua bin-Nun che risale al 13 ° secolo aC. A ciò si oppongono molti archeologi, compresi quelli israeliani.

This entry was posted in info and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *