Prigioniero in sciopero della fame in condizioni critiche dopo 111 giorni di digiuno

http://qudsnen.co
 12 gennaio 2020
Ramallah (QNN) – Il  palestinese tenuto in detenzione amministrativa israeliana, Ahmad Zahran, 42 anni, è in condizioni critiche dopo 111 giorni di sciopero della fame, ha affermato oggi la Commissione palestinese per i detenuti e gli ex detenuti.

Soffre di abbassamento dei battiti cardiaci, dolore in tutto il corpo, calo critico del livello salino e perdita di oltre 35 chilogrammi del suo peso a causa dello sciopero della fame.

Martedì scorso un tribunale militare israeliano ha respinto un appello di Zahran per la sua liberazione e ha insistito sul fatto che avrebbe dovuto porre fine allo sciopero della fame prima che il suo caso venisse esaminato in modo che potesse fisicamente essere in grado di sottoporsi al brutale interrogatorio israeliano. Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Categoria Opinioni// 2020, l’anno della fine per Gaza

02 gennaio 2020

https://www.haaretz.com/opinion/

di Gideon Levy

Una famiglia palestinese si riscalda davanti al fuoco durante un periodo di freddo in una baraccopoli alla periferia del campo profughi di Khan Younis, a sud della Striscia di Gaza, 31 dicembre 2019.AP Photo / Khalil Hamra

È così che funziona quando ci si diverte, il tempo vola!
Otto anni fa, nel 2012, le Nazioni Unite hanno pubblicato un rapporto intitolato “Gaza nel 2020: un luogo vivibile?” La risposta era contenuta nel corpo del rapporto – no. A meno che non vengano prese misure per salvarlo.
Non sono stati presi provvedimenti concreti, ma le proiezioni di questo severo rapporto non sono state confermate: la situazione è infatti molto peggiore di quanto previsto. Continue reading

Posted in gaza, info, opinioni | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Le forze speciali israeliane assaltano i prigionieri Palestinesi nel carcere di Megiddo

http://qudsnen.co/
10 gennaio 2020
Martedì sera le forze di occupazione israeliane hanno preso d’assalto la Sezione 4 della prigione di Megiddo e hanno aggredito i prigionieri palestinesi lì, secondo quanto riferito dalla Società dei prigionieri palestinesi.

Il gruppo ha sottolineato che le forze di polizia israeliane hanno fatto irruzione nella sezione prima di trasferire 20 prigionieri in celle temporanee.

Pochi giorni fa, l’amministrazione carceraria di Megiddo ha trasferito 92 prigionieri dalla sezione 7 alla sezione 4, dopo che una forte pioggia ha inondato la zona. Continue reading

Posted in info, prigionieri | Tagged , , | Leave a comment

Due famiglie di Gerusalemme sfollate dopo che Israele li ha costretti a demolire le loro case

https//imemc.org

8 gennaio 2020

Il Wadi Hilweh Information Center di Silwan (Silwanic) ha riferito, martedì, che due fratelli della città di Jabal al-Mokabber, a sud della Gerusalemme est occupata, sono stati costretti a demolire le loro case per evitare multe e tasse eccessivamente elevate imposte loro dal consiglio comunale israeliano.

Silwanic ha dichiarato che Mohammad e suo fratello Maher Nassar, hanno dovuto lasciare le loro case, abitate da 15 membri della famiglia, tra cui 11 bambini, e hanno iniziato a demolire le loro proprietà lunedì. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Il ministro della difesa israeliano vuole che i palestinesi che attraversano la recinzione di Gaza siano detenuti come “combattenti illegali”

7 gennaio 2020

https://www.middleeastmonitor.com

Palestinesi si riuniscono vicino alla recinzione di Gaza durante la protesta della “Grande marcia del ritorno” il 20 dicembre 2019 a Gaza [Mohammed Asad / Middle East Monitor]

Il ministro israeliano della Difesa Naftali Bennett ha detto ai funzionari della sicurezza che vuole trattare i palestinesi che attraversano il recinto perimetrale della Striscia di Gaza come “combattenti illegali”, ha riferito Haaretz.

Secondo il documento, “Bennett cerca di usarli in caso di futuri negoziati sul ritorno di prigionieri israeliani o soldati morti”.

La mossa significherebbe che tali palestinesi possono essere detenuti senza accusa “indefinitamente”. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , , | Leave a comment

Attivisti palestinesi, israeliani e ebrei della diaspora rivendicano la sorgente sequestrata dai coloni

https://www.972mag.com/

3 gennaio 2020

Oren Ziv

Una coalizione di gruppi, guidata da comunità locali palestinesi, ha ripristinato l’accesso alla sorgente di Ein Albeida nelle colline a sud di Hebron, 15 anni dopo che un avamposto di insediamento illegale aveva impedito ai palestinesi di accedere al sito.

Attivisti palestinesi prendono parte ad un’azione diretta per ripristinare l’accesso alla sorgente di Ein Albeida, South Hebron Hills, 3 gennaio 2020. (Oren Ziv / Activestills.org)

Kifah Adara vive a meno di due chilometri dalla sorgente di Ein Albeida nella Cisgiordania meridionale, ma non è stata in grado di visitare il sito per quasi 15 anni.

Venerdì, tuttavia, è stata finalmente in grado di attingere di nuovo acqua dalla fonte – accompagnata da oltre un centinaio di attivisti palestinesi, israeliani e ebrei internazionali, che hanno condotto un’azione diretta congiunta sul sito. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Poliziotti israeliani travestiti da palestinesi vengono attaccati da coloni ebrei

3 gennaio 2020

https://www.middleeastmonitor.com

I coloni israeliani esprimono la loro rabbia di fronte ai poliziotti israeliani in Cisgiordania il 31 agosto 2018 [Mamoun Wazwaz / Apaimages]

Mentre erano sotto copertura, vestendo i panni di tecnici palestinesi, degli agenti di polizia israeliani sono stati attaccati da due adolescenti nell’insediamento ebraico illegale di Bat Ayin a Gush Etzion, situato nella Cisgiordania occupata martedì.

Secondo una ONG di destra Honenu, i due poliziotti sono stati avvicinati dagli adolescenti che hanno chiesto perché fossero lì, dopo aver ricevuto una risposta chiara, uno dei coloni ha colpito un ufficiale, mentre l’altro è stato attaccato con dello spray al peperoncino. Entrambi i sospetti sono stati arrestati e interrogati. Continue reading

Posted in info, Senza categoria | Tagged , , | Leave a comment

Perché Trump sta intensificando la guerra USA-Israele contro l’Iran

https://electronicintifada.net/

3 gennaio 2020

Ali Abunimah

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha elogiato gli attacchi statunitensi contro l’Iraq che hanno ucciso l’anziano generale iraniano Qasem Soleimani e Abu Mahdi al-Muhandis, leader delle milizie irachene che hanno contribuito alla sconfitta dell’ISIS, il cosiddetto Stato islamico.

Un iraniano trasporta un ritratto di Qasem Soleimani, a Teheran il 3 gennaio, il giorno dopo l’assassinio del generale iraniano in un attacco aereo americano all’aeroporto di Baghdad. Morteza Nikoubazl SIPA

 

Il presidente Donald Trump “è degno di pieno apprezzamento per l’azione fatta con determinazione, fermezza e rapidità”, ha dichiarato Netanyahu venerdì. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Un decennio in rassegna: i palestinesi che si sono esposti e hanno preso posizione negli ultimi 10 anni

30 dicembre 2019

https://www.commondreams.org/views/2019

di Yumna Patel

Mentre la situazione politica sembra spesso desolante e senza speranza, questi palestinesi, questi fabbricanti di cambiamenti, continuano a provare a fare la differenza, non importa quanto grandi o piccoli, nella speranza che possano fare di meglio per la loro comunità.

“Negli ultimi 16 anni, l’esercito israeliano ha ucciso in media 11 bambini al mese”. (Foto: Alberto Hugo Rojas / flickr / cc)

Guardando indietro negli ultimi 10 anni in Palestina, abbiamo messo in evidenza i momenti che hanno segnato il decennio: in meglio e in peggio.

Nella maggior parte delle storie che abbiamo messo in evidenza – di movimenti popolari di resistenza, campagne di boicottaggio e la forza dello spirito umano, il più delle volte, c’erano dei coraggiosi palestinesi al timone, che rischiavano tutto per un futuro più luminoso per il loro popolo. Continue reading

Posted in info, Senza categoria | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

Palestina in immagini: dicembre 2019

https://electronicintifada.net/

2 gennaio 2020

Le forze di occupazione israeliane hanno ucciso un palestinese a dicembre.

Le forze di occupazione israeliane demoliscono un edificio con il pretesto che è stato costruito senza permesso nel quartiere di Gerusalemme est di Issawiya il 24 dicembre. Immagini di Muhammed Qarout Idkaidek APA

Il diciottenne è stato colpito e ferito a morte mentre si avvicinava al recinto di confine Gaza-Israele il 17 dicembre. “L’uomo non è stato rivendicato come appartenente a nessuna fazione armata e il suo corpo è stato negato dalle autorità israeliane”, ha dichiarato il gruppo di monitoraggio delle Nazioni Unite OCHA.

Israele detiene i resti di oltre una dozzina di palestinesi uccisi di recente durante presunti o reali attacchi alle forze di occupazione e ai civili israeliani. La corte suprema del paese ha confermato la sua approvazione della politica durante il 2019, respingendo una petizione da parte di diverse famiglie che chiedevano le spoglie di parenti defunti sequestrate da Israele. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , | Leave a comment