Oltre un milione di persone hanno firmato la “Carta Palestinese” contro la normalizzazione

16 settembre 2020

https://english.palinfo.com/news/2020/9/16/Over-one-million-people-sign-Palestine-Charter-against-normalization

Più di 1.000.000 di persone, inclusi attivisti filo-palestinesi, personalità dei media e accademici, hanno firmato – in meno di 20 ore – la “Carta della Palestina”, un documento che rifiuta la normalizzazione delle relazioni degli stati arabi con lo stato di occupazione israeliano.

Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) ei ministri degli esteri del Bahrain hanno firmato martedì un accordo di normalizzazione con Israele alla Casa Bianca martedì, stabilendo legami pieni in violazione dell’Iniziativa di pace araba. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Israele sapeva che l’uomo ucciso accusato di “terrorismo” era innocente

https://electronicintifada.net

15 settembre 2020        Maureen Clare Murphy

Raid della polizia israeliana a Umm al-Hiran, un villaggio destinato alla demolizione, 18 gennaio 2017. Un residente del villaggio e un agente di polizia sono stati uccisi durante il raid.

Di notte la polizia armata corre davanti alle auto con i fari accesi. Keren Manor ActiveStills

I gruppi per i diritti umani chiedono un’udienza urgente dell’alta corte israeliana sull’uccisione di un cittadino beduino da parte della polizia nel 2017.

Recenti resoconti dei media israeliani suggeriscono nuove prove riguardanti la morte di Yaqoub Abu al-Qiyan e un conflitto di interessi da parte del procuratore dello stato israeliano che ha chiuso le indagini sulla sua uccisione nel 2018. Continue reading

Posted in info, opinioni | Tagged , , , | Leave a comment

Il comune israeliano minaccia di demolire una moschea a Gerusalemme Occupata

14 settembre 2020

https://english.palinfo.com/news/2020/9/14/Israeli-municipality-threatens-to-demolish-mosque-in-OJ

GERUSALEMME OCCUPATA
Il comune israeliano ha emesso lunedì un ordine di demolizione contro la moschea di Al-Qaqaa nel quartiere di Ain al-Luza nella città di Silwan nella Gerusalemme occupata e ha fissato un periodo di 30 giorni per opporsi alla decisione.

Il comune aveva emesso diversi avvisi per demolire la moschea, sostenendo che si trattava di una casa. La moschea ha una superficie di 130 metri quadrati ed è stata costruita otto anni fa e comprende due piani. La prima è la sala di preghiera delle donne e la seconda è per gli uomini. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

I residenti di Farasin sfidano le minacce di demolizione israeliane

https://english.palinfo.com/
28 agosto 2020      JENIN (PIC) 
Ahmad Amarneh e la sua famiglia sono tra i 200 palestinesi che vivono nel villaggio di Farasin a Jenin e che hanno deciso di combattere con tutti i mezzi per rimanere nel loro villaggio e sfidare lo sfratto israeliano e le minacce di demolizione.In considerazione delle politiche israeliane che vietano la costruzione palestinese nell’Area C, Amarneh e la sua famiglia hanno costruito la loro casa in una grotta ai piedi della collina che domina Farasin  e si sono rifiutati di andarsene a vivere in uno dei villaggi vicini dove di solito è consentita la nuova costruzione. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

I palestinesi devono scartare e ignorare le false dichiarazioni statunitensi e internazionali

11 settembre 2020 

https://www.palestinechronicle.com/palestinians-need-to-discard-and-disregard-us-and-international-misrepresentations/

di Ramona Wadi 

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump (a sx) con il consigliere per il Medio Oriente Jared Kushner. (Foto: file)

Com’era prevedibile, il consigliere senior di Donald Trump, Jared Kushner, non ha mostrato alcun discernimento storico nel giustificare la normalizzazione delle relazioni tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti e come ciò influenzerà i diritti politici del popolo palestinese. I palestinesi, ha dichiarato, non dovrebbero essere “bloccati nel passato”. Questa è stata una dichiarazione radicale tipica non solo degli Stati Uniti ma anche della comunità internazionale e delle sue astrazioni sulla “pace” e sui “negoziati”, che hanno avuto la precedenza sul chiamare l’espansione coloniale israeliana sulla terra palestinese esattamente quello che è. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Rivolta palestinese mentre Israele mette altoparlanti nella moschea di Al-Aqsa

https://www.middleeastmonitor.com
11 settembre 2020

Mercoledì, i soldati israeliani hanno installato altoparlanti sulle pareti settentrionale e occidentale del complesso della moschea di Al-Aqsa nella Gerusalemme est occupata.

La polizia israeliana sale una scala per installare altoparlanti e dispositivi elettronici sul muro settentrionale alla Moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme il 6 settembre 2020 [Agenzia Mostafa Alkharouf / Anadolu]

Il sistema di altoparlanti consente alle forze israeliane di disturbare e violare ulteriormente i fedeli musulmani nella moschea facendo annunci e dando istruzioni a coloro che si trovano nel complesso.

È il terzo set di altoparlanti che le autorità israeliane hanno installato dal 2017, consentendo loro di trasmettere sul lato settentrionale del complesso della moschea di Al-Aqsa dall’interno e dall’esterno, parallelamente a quello gestito dall’Islam Waqf (in dotazione)  responsabile del sito religioso. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Gli appelli per porre fine all’assedio di Gaza crescono insieme ai nuovi casi COVID

8 settembre 2020

https://electronicintifada.net/blogs/maureen-clare-murphy/calls-end-gaza-siege-grow-alongside-new-covid-cases

di Maureen Clare Murphy

Le autorità di Gaza chiudono una strada a Deir al-Balah, nel centro di Gaza, nel tentativo di fermare la diffusione del COVID-19, 3 settembre. Ashraf Amra APA immagini

Le agenzie internazionali di sviluppo che lavorano nel territorio palestinese occupato chiedono a Israele “di porre fine a tutte le misure punitive collettive contro la popolazione civile della Striscia di Gaza”.

L’Associazione delle agenzie di sviluppo internazionale ha avvertito che “l’attuale crisi umanitaria profonda e protratta di Gaza ora minaccia di intensificarsi rapidamente” mentre il numero di casi confermati di coronavirus nel territorio continua ad aumentare.

La capacità del sistema sanitario di Gaza si è gravemente erosa a causa del blocco israeliano, imposto per più di 13 anni. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , | Leave a comment

Israele è minacciato dalla popolarità e dalle vittorie di Palestine Actions: ora è il momento di unirsi e #ShutElbitDown

https://palestineaction.org/
8 settembre 2020       Kieron Turner

Dopo un mese di azioni di successo, Palestine Action ha tenuto una protesta pubblica sabato davanti agli uffici del quartier generale di Londra di Elbit Systems, il più grande produttore privato di armi di Israele.

La crescente popolarità di Palestine Actions ha iniziato a essere vista come una minaccia sia per gli affari di Elbit nel Regno Unito che per il regime di apartheid di Israele. In un recente incontro tra il ministro degli affari strategici israeliano Orit Farkash e il ministro degli esteri britannico Dominic Raab, il ministro Farkash ha chiesto al governo britannico di agire contro la crescente campagna BDS che protesta sia contro i sistemi Elbit che  contro il regime di apartheid di Israele, riferendosi in particolare alle azioni di successo di Palestine Action. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Decine di coloni e ufficiali dell’intelligence assaltano la moschea di Al-Aqsa

8 settembre 2020, Gerusalemme occupata https://english.palinfo.com/news/2020/9/8/Dozens-of-settlers-intelligence-officers-storm-Al-Aqsa-Mosque

Martedì più di 80 coloni ebrei e cinque agenti dell’intelligence hanno preso d’assalto la moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme occupata sotto la protezione della polizia.

I coloni hanno ascoltato una spiegazione della guida turistica sulla narrativa giudaizzante della sacra moschea islamica. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Colono israeliano investe un bambino ad al-Khalil

https://english.palinfo.com/

7 settembre 2020                               AL-KHALIL, (PIC) 
Un colono israeliano ha investito domenica sera un bambino palestinese vicino all’insediamento di Kiryat Arba, costruito sulle terre di al-Khalil nella Cisgiordania occupata.

Testimoni oculari hanno riferito che un colono ha investito il bambino con il suo veicolo, ferendolo moderatamente prima di fuggire dal posto verso l’insediamento di Kiryat Arba.

Le équipe mediche palestinesi hanno fornito il primo soccorso al bambino ferito prima di portarlo in ospedale per ulteriori cure.

Le autorità di occupazione israeliane di solito negano la responsabilità di tali incidenti sia da parte di veicoli militari che di coloni e si rifiutano di fornire qualsiasi risarcimento ai feriti. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment