La “bella resistenza” di Aida Camp – “La gente non può tollerare l’ingiustizia per l’eternità”

https://palsolidarity.org/2017/04/the-beautiful-resistance-of-aida-camp-people-cannot-tolerate-injustice-for-eternity/

Incastonato all’interno dei corridoi antichi del Comune di Betlemme, si trova il campo Aida, fondato nel 1950. Le strutture cementizie densamente popolate, faticosamente separate da stretti passaggi, sono una sintesi vivente dell’occupazione della Palestina stessa.

Grattandosi i gomiti nel faticoso passaggio tra i checkpoint tra Betlemme e Gerusalemme, protetti dal muro di separazione apartheid della Cisgiordania e situati nei pressi di due grandi blocchi di insediamenti israeliani illegali, il campo di Aida si trova sulle linee frontali della lotta palestinese per esistere contro il programma della Pulizia etnica. Continue reading

Posted in opinioni | Tagged , | Leave a comment

I funzionari israeliani implementano una serie di azioni punitive contro i prigionieri in sciopero della fame

https://www.maannews.com/Content.aspx?id=77647917 apr 2017

17 Aprile 2017 ore 22:19

Poster per la “Sciopero per la Libertà”, raffigurante alcuni dei maggior parte dei prigionieri di alto profilo della Palestina. Da destra a sinistra: Marwan Bargouthi, Ahmad Saadat, Karim Yunis, Nael Barghouthi, Fouad Shubaki


BETLEMME (Ma’an) – Mentre più di 1.600 prigionieri politici palestinesi hanno lanciato uno sciopero della fame a tempo indeterminato lunedi, giorno dei prigionieri palestinesi, il Prison Service israeliano (IPS) e i suoi funzionari hanno preso una serie di misure punitive contro i prigionieri che partecipano, in particolare contro i leader dello sciopero.
Continue reading

Posted in info, prigionieri | Tagged , | Leave a comment

I soldati israeliani occupano la casa di una famiglia palestinese durante Pesach, al-Khalil


15 apr 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | al-Khalil (Hebron), Palestina occupata

I soldati israeliani scendono le scale della casa di famiglia dopo aver occupato il tetto, con alcuni dei bambini in attesa.

Una famiglia palestinese che vive nella città vecchia di al-Khalil è stata oggetto di intrusioni notturne in casa da parte delle forze israeliane durante tutta la settimana che conduce fino a Pesach, o Passover. Mercoledì scorso 12 aprile, attivisti dell’ISM hanno visitato la casa su Shalallah street  prima di stare con la famiglia durante la notte per monitorare la situazione.

Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

In foto: al-Khalil bloccata quando coloni israeliani e turisti festeggiano Pesach

14 aprile 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | al-Khalil (Hebron), Palestina occupata

La polizia di frontiera israeliana occupa l’area intorno al checkpoint Shuhada Street. La barriera di cemento è stata spostata più in alto da poco sulla strada da parte delle forze israeliane, estendendo il loro controllo nel settore H1.


Dal momento che la sera del 10 aprile 2017, le forze israeliane hanno imposto maggiori restrizioni ai palestinesi di al-Khalil visto che coloni e turisti israeliani festeggiano Pesach -o Passover – in tutta la città. Finora, case sono state occupate, posti di blocco chiusi e bambini palestinesi  attaccati con gas lacrimogeni durante la vacanza di una settimana. I preparativi per la festa hanno cominciato all’inizio della settimana con un numero crescente di soldati israeliani e veicoli militari in arrivo a Hebron.
Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Salfit sotto la brutale espansione degli insediamenti

11 apr 2017 | International Solidarity Movement | Palestina occupata

Dall’inizio dell’anno, il comune di Salfit nella Cisgiordania occupata (Palestina) è diventato un obiettivo non solo per l’espansione degli insediamenti illegali e la loro crescita, ma anche per l’imposizione di gravi restrizioni per la vita quotidiana dei palestinesi.

Per lungo tempo la zona di Salfit è stata sottoposta a furto di terra, sradicamento degli ulivi e inquinamento delle risorse idriche della zona, a seguito di scavi israeliani per lo scarico di acque reflue non trattate provenienti da insediamenti illegali. Queste azioni producono gravi danni alle colture palestinesi e alle fonti d’acqua essenziali per il bestiame, e limitano l’accesso dei palestinesi alle loro terre e ai loro mezzi di sussistenza, limitando l’attività agricola o trasformando terreni agricoli in riserve naturali. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Palestinesi aggrediti e strumenti di lavoro confiscati durante una incursione mattutina delle forze israeliane

9 Aprile, 2017 | International Solidarity Movement, Ramallah team | Kafr ad Dik, Palestina occupata

Shahar con il figlio Bilal (5-anni) e la figlia Sahar (8-anni). Foto: ISM / Charlie Donnelly

Alle 2 di mercoledì mattina, tre veicoli dell’intelligence e sei veicoli militari sono arrivati al palazzo dove Shaha Dharma vive con la famiglia a Kafr ad Dik; comune di Salfit. Per oltre due ore, le forze israeliane hanno fatto irruzione, hanno vessati, e hanno perquisito gli appartamenti delle tre famiglie che vivono nel palazzo. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Le forze israeliane minacciano le demolizioni di case delle famiglie palestinesi

7 apr 2017 | International Solidarity Movement, Ramallah team | al-Bireh, Palestina occupata

La mappa presentata dalle forze israeliane mostra la casa di Qar’an (in alto a sinistra) lungo il confine della zona B, ma all’interno di Area C

Il 5 aprile, 2017, le forze israeliane hanno detto a Abbas Qar’an e alla sua famiglia che la loro casa ad al-Bireh stava per essere demolita. Le case di altri due attivisti anti-occupazione nell’area hanno ricevuto minacce simili. Attivisti dell’ISM hanno incontrato  Abbas, il figlio del proprietario della casa, per sentire la sua storia. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Le forze israeliane demoliscono una fattoria palestinese in Abu al-Ra’eesh, ad ovest di Salfit

5 apr 2017 | International Solidarity Movement, Ramallah team| Abu al-Ra’eesh, Palestina occupata

Le forze israeliane demoliscono tende di abitazione e recinti per il bestiame a Abu al-Ra’eesh

La mattina del 5 aprile 2017, le forze di occupazione israeliane hanno demolito tende di abitazione e sei ovili nella zona di Abu al-Ra’eesh, a sud ovest di Dirbolut, ad ovest di Salfit. Continue reading

Posted in info | Tagged , | Leave a comment

Le forze israeliane aumentano le restrizioni nel quartiere di Hebron

2 Aprile 2017 |  International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron, Palestina occupata

Sabato sera, le forze israeliane hanno ampliato una chiusura della  strada vicino al Shuhada check point nella zona occupata di al-Khalil (Hebron), spostandolo ulteriormente nella zona H1 – che è ufficialmente sotto il pieno controllo palestinese.

Blocchi di cemento chiudono l’accesso verso il posto di blocco

Dopo la mezzanotte di Sabato, 1 ° aprile 2017, le forze israeliane hanno cominciato a spostare grandi blocchi di cemento più lontano dal posto di blocco, creando così uno spazio ancora più grande tra i primi blocchi e il punto di controllo vero e proprio. I grandi blocchi di calcestruzzo ora chiudono la larghezza della strada lasciando ai pedoni soltanto due ingressi stretti lungo ogni lato. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Quattro palestinesi arrestati durante l’azione per la Giornata della Terra ad al-Khalil

31 Marzo 2017 |  International Solidarity Movement, al-Khalil team | Hebron, Palestina occupata

Un manifestante palestinese arrestato viene trascinato giù per la collina da un soldato israeliano.


Giovedi ’30 marzo, quattro attivisti palestinesi di spicco sono stati violentemente arrestati dalle forze israeliane a seguito dell’azione di impianto di un albero di ulivo che segna la 41 ° manifestazione per la Giornata della Terra a al-Khalil.

Attivisti dell’ISM si sono uniti ai manifestanti che si erano radunati vicino alla casa palestinese ora occupata dall’esercito nella zona di al-Jabari a al-Khalil. I manifestanti sono stati circondati da decine di soldati israeliani, la polizia di frontiera e la polizia israeliana. Oltre cinquanta dimostranti palestinesi sono scesi per la ripida collina verso gli oliveti dove, accompagnati da ISM, EAPPI, e attivisti CPT, così come la stampa internazionale, hanno piantato un certo numero di alberi di olivo a dispetto della continua espropriazione e distruzione dei loro uliveti perpetrata dai coloni israeliani. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment