Oltre 100 palestinesi arrestati nei recenti eventi del Negev

https://english.palinfo.com/

16 gennaio 2022.  GERUSALEMME OCCUPATA, (PIC)
La radio ebraica domenica ha riferito che la polizia israeliana aveva arrestato più di 100 cittadini palestinesi, compresi bambini, durante gli eventi avvenuti nei giorni scorsi nel deserto del Negev.

La polizia israeliana aggredisce un ragazzo palestinese

Secondo Kan Radio, un tribunale israeliano ha confermato l’arresto di oltre 50 di questi detenuti e rilasciato gli altri agli arresti domiciliari, mentre i tribunali esaminano gli appelli presentati dalla polizia israeliana e dagli avvocati che rappresentano i cittadini.

Nei giorni scorsi, centinaia di arabi locali nel Negev hanno organizzato proteste contro l’esposizione delle loro terre all’appropriazione da parte del “Fondo nazionale ebraico”, un’organizzazione sionista che raccoglie denaro dagli ebrei di tutto il mondo per sequestrare proprietà palestinesi. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , | Leave a comment

Per l’UE, “un bambino è un bambino” tranne quando è palestinese

https://electronicintifada.net/

28 gennaio 2022                 Tamara Nassar

Ci sono crescenti richieste a Israele di rilasciare immediatamente un adolescente palestinese vulnerabile dal punto di vista medico che è stato imprigionato per più di un anno senza accusa né processo.

Amal Nakhleh

Amal Nakhleh aveva 17 anni – un bambino – quando le autorità israeliane lo arrestarono nel gennaio 2021.

Vive con una rara malattia autoimmune cronica. Di recente è risultato positivo al coronavirus, il che aumenta la preoccupazione per il suo benessere perché le sue condizioni lo mettono a rischio maggiore di malattie gravi.

In seguito al test positivo per il coronavirus, Israele ha trasferito Nakhleh alla clinica carceraria di Ramle, soprannominata “il macello” dai palestinesi detenuti. Continue reading

Posted in info, prigionieri | Tagged , , , | Leave a comment

Israele impedisce l’ingresso di vestiti pesanti nelle celle non riscaldate dei detenuti palestinesi

27 gennaio 2022

https://www.middleeastmonitor.com/20220127-israel-bars-entry-of-warm-clothes-into-unheated-cells-of-palestinian-detainees/

Palestinesi con striscioni si riuniscono per protestare contro la politica di detenzione amministrativa di Israele, 20 dicembre 2021 [Mustafa Hassona/Agenzia Anadolu]

I detenuti palestinesi nelle carceri israeliane soffrono il freddo a causa della mancanza di riscaldamento, e a questo si aggiunge il blocco della fornitura di vestiti invernali da parte delle autorità, ha affermato giovedì un organismo ufficiale palestinese, e riferisce l’agenzia di stampa Anadolu.

“Tutti i detenuti soffrono per la carenza di vestiti e coperte e per la mancanza di mezzi di riscaldamento che potrebbero proteggerli dal freddo”, ha affermato in una nota la Commissione per i detenuti e gli ex detenuti dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP).

La dichiarazione ha aggiunto che le autorità israeliane hanno anche ostacolato e limitato l’ingresso di indumenti e coperte che permettessero ai detenuti di proteggersi dal freddo. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Più della metà degli abitanti di Gaza vive sotto la linea della povertà a causa del blocco israeliano: rapporto delle ONG

http://palestineonline.org/

25 gennaio 2022
L’Euro-Med Human Rights Monitor riferisce che i tassi di disoccupazione e povertà sono in forte aumento nella Striscia da quando Israele ha imposto il blocco illegale nel 2006.

Gaza Il tasso di disoccupazione di Gaza è aumentato del 26,6% tra il 2005 e il 2021. [Getty]

Gaza (Palestina Online)- Più della metà dei 2,3 milioni di abitanti di Gaza vive sotto la soglia di povertà a causa del blocco israeliano imposto all’enclave costiera da 16 anni, ha affermato lunedì un gruppo per i diritti umani con sede a Ginevra nel suo rapporto annuale. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , | Leave a comment

La propaganda israeliana su Sheikh Jarrah: la pietra “terrorista” di Gilad Erdan e la logica del colpevole

24 gennaio 2022 | Dr. Ramzy Baroud

https://www.middleeastmonitor.com/20220124-israels-hasbara-in-sheikh-jarrah-on-gilad-erdans-terrorist-rock-and-faulty-logic/

Ambasciatore di Israele negli Stati Uniti e nelle Nazioni Unite Gilad Erdan partecipa all’ottavo gala annuale J100 dell’Algemeiner, 12 ottobre 2021, Rockleigh, New Jersey. [Roy Rochlin/Getty Images]

L’ambasciatore israeliano alle Nazioni Unite, Gilad Erdan, sta guidando la propaganda anti-palestinese del suo paese, questa volta impegnandosi in una hasbara preventiva in attesa di una risposta palestinese agli sgomberi in corso nel quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme est.

“Lo considereresti un attacco terroristico se un sasso come questo venisse lanciato contro la tua macchina, mentre guidi, con i tuoi figli?” ha chiesto Erdan ai membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, tenendo la pietra tra le mani. “Condanneresti, almeno, questi brutali attacchi terroristici perpetrati contro i civili israeliani dai palestinesi?” Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , | Leave a comment

L’occupazione israeliana demolirà due scuole palestinesi a Betlemme

https://daysofpalestine.ps/
 24 gennaio 2022

Le forze di occupazione israeliane hanno consegnato, domenica, ordini di demolizione per due scuole palestinesi nei villaggi di Kisan e Job Ath-Thieb, a est di Betlemme, in Cisgiordania.

Demolizione di una casa a Hebron, il 21 dicembre 2021

Hasan Brejiyya, il capo dell’ufficio di Betlemme della Commissione per la Resistenza al Muro e alla Colonizzazione, ha dichiarato che i soldati accompagnati da membri del gruppo Regavim pro-colonie finanziato dallo stato israeliano hanno invaso l’area e hanno consegnato gli ordini di demolizione alle due scuole, per “ costruzione senza permessi” dal cosiddetto Civil Administration Office, il ramo amministrativo dell’occupazione illegale israeliana. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , | Leave a comment

Coloni israeliani mascherati attaccano attivisti israeliani che piantano alberi in solidarietà con gli agricoltori palestinesi

21 gennaio 2022

https://qudsnen.co/masked-israeli-settlers-attack-israeli-solidarity-activists-planting-trees-with-palestinian-farmers/

Nablus (QNN)- Decine di coloni israeliani mascherati venerdì hanno brutalmente attaccato e picchiato attivisti israeliani che agivano in solidarietà con gli agricoltori palestinesi, aiutandoli a piantare ulivi nel villaggio di Burin, nella città occupata di Nablus, in Cisgiordania. Dopo l’attacco hanno lanciato pietre contro la loro auto e le hanno dato fuoco.

Le riprese video della scena, che circolano sui social media, mostrano che un gruppo di 15 coloni israeliani mascherati, provenienti dal vicino avamposto illegale di Givat Ronen, con mazze, pietre, gas e bombe molotov sono piombati sul personale e sui volontari di Rabbi 4 Human Rights (RHR ) dalla Coalizione per la raccolta delle olive.

I coloni hanno quindi iniziato ad attaccare, picchiare e scagliare pietre contro quattro attivisti israeliani, ferendoli gravemente.

Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Partorire mentre Gaza soffre

https://electronicintifada.net/

  20 gennaio 2022                 Khuloud Rabah Sulaiman

Mai al-Masri ha subito un’enorme quantità di shock e traumi negli ultimi tempi.

Il campo profughi di Jabaliya è stato duramente colpito dall’attacco israeliano del maggio 2021 a Gaza. Immagini di Ashraf Amra APA

Il 10 maggio dello scorso anno, suo figlio Yazan è stato ucciso dai militari israeliani. Ancora un bambino, Yazan è stata tra le prime vittime di una grande offensiva contro Gaza durata 11 giorni.

Diversi altri membri della famiglia allargata al-Masri sono stati uccisi nello stesso incidente. Alcuni membri della famiglia stavano raccogliendo grano in un campo accanto alla loro casa, con i bambini che giocavano nelle vicinanze quando sono stati attaccati. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , | Leave a comment

Soldati israeliani attaccano i manifestanti palestinesi in Cisgiordania

https://daysofpalestine.ps/
22 gennaio 2022                Days of Palestine

Le forze di occupazione israeliane hanno represso, venerdì, le proteste settimanali contro l’occupazione da parte dei palestinesi.

A Nablus, i soldati dell’occupazione israeliana hanno attaccato violentemente i manifestanti palestinesi vicino all’area di Jabal Sabih nella città di Beita.

Almeno un palestinese è stato ferito da proiettili di gomma, mentre molti altri hanno sofferto per l’inalazione di gas lacrimogeni. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Boicotta il Festival della Letteratura di Emirates Airline 2022!

21 gennaio 2022 | Palestinian Campaign for the Academic and Cultural Boycott of Israel (PACBI)

https://bdsmovement.net/news/boycott-emirates-airline-festival-literature-2022

I palestinesi esortano gli autori arabi e internazionali coscienziosi a ritirarsi dall’Emirates Lit Fest sponsorizzato dalla dittatura degli Emirati Arabi Uniti. Il festival è un chiaro tentativo di mascherare le atrocità dei diritti umani degli Emirati Arabi Uniti normalizzando la sua alleanza con l’apartheid Israele.La Campagna palestinese per il boicottaggio accademico e culturale di Israele (PACBI) invita tutti gli autori arabi e internazionali coscienziosi a ritirarsi dall’ “Emirates Airline Festival of Literature 2022”, che inizierà il 3 febbraio.

Questo festival, sponsorizzato principalmente dalla dittatura degli Emirati Arabi Uniti, inclusa la polizia di Dubai e il governo di Dubai, è un chiaro tentativo di mascherare le sue brutali violazioni dei diritti umani. Invitando, con molto clamore, gli israeliani che si oppongono pubblicamente ai diritti fondamentali dei palestinesi ai sensi del diritto internazionale, il festival tenta anche di normalizzare l’alleanza di sicurezza militare del regime con il regime israeliano di colonialismo e apartheid. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , , | Leave a comment

Coloni ebrei spianano terra per espandere l’avamposto a Nablus

https://english.palinfo.com/
20 gennaio 2022          NABLUS
I coloni ebrei dell’avamposto illegale di Ahiya giovedì mattina hanno iniziato a demolire con i bulldozer aree di terra nel sud di Nablus, vicino alla città di Jalud, nel sud di Nablus.Il funzionario locale Ghassan Daghlas ha affermato che i coloni di Ahiya che utilizzano bulldozer si sono imbarcati nel livellare circa cinque dunum di terra nell’area di Jabel Arrus, che si trova a 200 metri dalla città di Jalud.

Daghlas ha aggiunto che l’attività dei bulldozer mira ad espandere l’avamposto dei coloni. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , | Leave a comment