Molestie dai coloni israeliani nella Valle del Giordano

https://palsolidarity.org/
15 luglio 2024 | International Solidarity Movement | Valle del Giordano

Attivisti e membri del International Solidarity Movement (ISM) hanno recentemente subito molestie mentre lavoravano in una popolare località turistica nella Valle del Giordano.Gli attivisti hanno concentrato i loro sforzi a Ras Al-Auja (Ras Al-Ein) dove l’accesso all’acqua è severamente limitato per i palestinesi, spesso limitato a poche ore al giorno. I coloni hanno esacerbato la situazione bloccando le strade che portano alle fonti d’acqua e rubando il bestiame. Integrano le loro mandrie con greggi palestinesi e poi ne rivendicano falsamente la proprietà, riducendo significativamente le mandrie palestinesi. Oltre a salvaguardare la sorgente dove la gente del posto riempie i serbatoi d’acqua, gli attivisti hanno anche monitorato i pastori coloni che spesso invadono il territorio del villaggio. .

La sorgente funge non solo come fonte d’acqua ma anche come luogo di ritrovo comunitario, offrendo un raro momento di sollievo e socializzazione per i palestinesi. I volontari internazionali hanno avuto i loro compiti interrotti dalle segnalazioni di coloni che invadevano la terra palestinese proprio lungo la strada, rendendo necessaria una divisione della loro attenzione tra più località. Continue reading

Posted in info | Tagged , , | Leave a comment

Unisciti all’International Solidarity Movement in Palestina: c’è bisogno di volontari/e a lungo termine!

13 luglio 2024

https://palsolidarity.org/2024/07/join-the-international-solidarity-movement-in-palestine-long-term-volunteers-needed/

dal sito di ISM, https://palsolidarity.org

Il Movimento Internazionale di Solidarietà (ISM) in Palestina è alla ricerca di volontari a lungo termine che si uniscano ai nostri sforzi per essere solidali con il popolo palestinese.

L’ISM è un movimento guidato dai palestinesi fondato nel 2001 e impegnato a resistere all’oppressione e all’espropriazione sistematica e radicata da tempo della popolazione palestinese, utilizzando metodi e principi non violenti e di azione diretta

**Impegno minimo:**
2 settimane di volontariato SUL CAMPO!! (esclusi viaggi/formazione)
**Impegno massimo:** Fino a quando il tuo visto lo consente

Continue reading

Posted in info, training | Tagged , , , , , , , | Leave a comment

Sparizioni forzate

7 luglio 2024

https://www.addameer.org/media/5376

dal sito: https://www.addameer.org/media/5376

Sparizioni forzate nel contesto palestinese

Dall’inizio dell’aggressione israeliana alla Striscia di Gaza, lo Stato occupante ha commesso numerosi crimini di guerra e crimini contro l’umanità contro la popolazione civile nella Striscia di Gaza, tra cui il crimine di genocidio, la distruzione diffusa di proprietà e infrastrutture e campagne di arresti casuali, anche nei cosiddetti passaggi sicuri e centri di accoglienza. In aggiunta a ciò, il reato di sparizione forzata è aumentato a partire dal 7 ottobre.

L’intero report di Addameer, rete di supporto dei diritti dei prigionieri e dei diritti umani, si può leggere (in inglese) qui.

Posted in info, prigionieri | Tagged , , , , | Leave a comment

La FIFA rinvia la decisione di sospendere Israele

19 luglio 2024

https://www.middleeastmonitor.com/20240719-fifa-puts-off-decision-on-suspending-israel/FIFA's headquarters [REUTERS/Arnd Wiegmann]

L’organo di governo del calcio mondiale, la FIFA, ha rinviato la decisione di sospendere Israele dal calcio internazionale.
“Una valutazione legale indipendente delle proposte della Palestinian Football Association contro la Israel Football Association doveva essere fornita al Consiglio FIFA entro il 20 luglio 2024”, ha detto la FIFA in una dichiarazione.
“A seguito delle richieste di una proroga da entrambe le parti di presentare le loro rispettive posizioni, debitamente concesso dalla FIFA, è necessario più tempo per concludere questo processo con la dovuta cura e completezza”, ha aggiunto.
La FIFA ha aggiunto che la valutazione sarà condivisa con il Consiglio FIFA per qualsiasi decisione successiva entro il 31 agosto.
Di conseguenza la nazionale di calcio israeliana potrà giocare alle Olimpiadi di Parigi che inizieranno il 26 luglio. La medaglia d’oro olimpica maschile si terrà il 9 agosto.
A maggio, durante il 74º Congresso a Bangkok, il Presidente della Lega Calcio Palestinese Jibril Rajoub ha chiesto l’immediata sospensione di Israele dall’organo di governo mondiale per il calcio, dicendo: “Quanto ancora deve soffrire la famiglia calcistica palestinese perché la FIFA agisca con la stessa severità e urgenza di altri casi?”
Israele ha lanciato un’offensiva mortale sulla Striscia di Gaza nel mese di ottobre e ha ucciso o ferito più di 128.000 palestinesi, mentre altre decine di migliaia si ritiene morti essendo stati intrappolati sotto le macerie.

Posted in gaza, info | Tagged , , , , , | Leave a comment

La “beneficenza” statunitense aiuta i coloni israeliani armati

https://electronicintifada.net/
17 luglio 2024        Michael F. Brown  

HaYovel, un’organizzazione statunitense deducibile dalle tasse, sta contattando volontari “sionisti cristiani” affinché lavorino negli insediamenti israeliani illegali nella Cisgiordania occupata.

HaYovel distributes equipment to armed and uniformed settlers

HaYovel distribuisce droni termici a coloni armati e in uniforme per l’uso proposto a Ramallah. (tramite Facebook)

La “missione operativa speciale” del gruppo che evidenzia l’impegno dell’estate 2024 pubblicizza un’“avventura indimenticabile nella terra della Bibbia”. La mappa di HaYovel mostra un Israele che si estende dal fiume Giordano al Mar Mediterraneo, compresa la Cisgiordania occupata, la Striscia di Gaza e le alture del Golan.
Non viene menzionato il contributo di tali sforzi nel radicare un sistema di apartheid israeliano in Cisgiordania. I palestinesi vivono lì con diritti inferiori e sono sempre più relegati nei bantustan mentre i coloni prendono sempre più terra per sé con il sostegno del governo israeliano.

È una realtà coloniale del selvaggio West – una variazione della falsa rivendicazione di una terra senza popolo per un popolo senza terra – e i cristiani conservatori degli Stati Uniti, del Canada e di altri paesi sono letteralmente lì per questo. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , | Leave a comment

Lo Stato israeliano presenta un atto d’accusa contro un attivista israeliano antisionista

16 luglio 2024 palsolidarity.org

Jonathan Pollak arrestato a Nabi Saleh. Credito: Oren Ziv/Activestills.

Jonathan Pollak, un attivista antisionista di lunga data di Jaffa, è stato colpito da un’incriminazione per due capi d’imputazione per incitamento alla violenza domenica (14 luglio 2024). L’incriminazione ruota attorno agli appelli a unirsi alla lotta palestinese contro il colonialismo israeliano, fatti in un articolo del gennaio 2020 pubblicato sul quotidiano israeliano Haaretz e in un discorso del giugno 2021 durante la cerimonia del premio Yeshayahu Leibowitz. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , , | Leave a comment

L’esercito israeliano fa marcia indietro sulla dichiarazione di aver ucciso il comandante Deif di al-Qassam nel massacro di Mawasi

https://www.middleeastmonitor.com/20240715-israel-army-retracts-claim-it-killed-al-qassam-commander-deif-in-mawasi-massacre/

15 luglio 2024

Palestinians inspect the area after an Israeli attack hits displaced people's camps in Al-Mawasi area of Khan Yunis, Gaza on July 13, 2024. [Abed Rahim Khatib - Anadolu Agency]

Ieri l’esercito israeliano ha ritrattato una precedente dichiarazione dove sosteneva di aver ucciso un comandante di alto livello delle brigate Al-Qassam in un attacco aereo che ha ucciso almeno 90 persone e ferito centinaia di altri nella ‘zona sicura’ di Al-Mawasi a Khan Yunis.

La radio dell’Esercito israeliano ha citato fonti di sicurezza israeliane che dicono che non ci sono informazioni di intelligence che confermino il successo dell’attentato al comandante in capo delle Brigate Izz Al-Din Al-Qassam, Muhammad Al-Deif, aggiungendo che “Finora, nessuna nuova informazione di intelligence è stata ricevuta che permetterebbe di rafforzare o dimostrare la veridicità dell’assassinio di Deif.”

“Stiamo ancora aspettando ulteriori informazioni che chiariranno i risultati dell’attacco”, hanno aggiunto.

La radio ha affermato che Al-Deif si era nascosto nella Striscia di Gaza meridionale dall’inizio della guerra, aggiungendo che la maggior parte del tempo era in tunnel sotterranei sotto il campo profughi di Khan Yunis.

Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , , , | Leave a comment

Massacro nella “zona sicura” di Gaza – Israele bombarda il campo di Khan Yunis e uccide 50 persone

https://www.palestinechronicle.com/
13 luglio 2024

Almeno 50 palestinesi sono stati uccisi sabato quando le forze di occupazione israeliane hanno preso di mira le tende degli sfollati a Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza, un’area precedentemente designata come “sicura”.
Al-Jazeera ha riferito che l’esercito israeliano ha condotto violenti raid con cinque missili sui campi profughi a ovest di Khan Yunis, provocando dozzine di morti e feriti.

Decine di palestinesi sono stati uccisi quando le forze di occupazione israeliane hanno preso di mira le tende degli sfollati a Khan Yunis. (Foto: tramite QNN)

Fonti mediche hanno confermato che i bombardamenti hanno causato più di 50 morti e numerosi feriti.

L’ufficio stampa governativo di Gaza ha annunciato che tra le vittime c’erano membri della Protezione Civile.

L’ufficio ha affermato in un comunicato che le squadre di soccorso stanno ancora lavorando per recuperare i corpi e aiutare i feriti sul luogo dell’attentato, e ha osservato che il massacro è avvenuto mentre gli ospedali erano sopraffatti e incapaci di accogliere il numero delle vittime.

Un funzionario dell’ospedale Nasser ha informato Al-Jazeera di aver ricevuto più di 20 corpi e numerosi feriti, confermando l’incapacità dell’ospedale di accettare più pazienti. Continue reading

Posted in gaza, info | Tagged , , , | Leave a comment

Enorme distruzione subita dal campo profughi di Nur Shams

https://palsolidarity.org/
11 luglio 2024       *Tulkarm – Campo profughi di Nur Shams*. Diana Khwaelid

A mezzanotte del 9 luglio, le forze di occupazione hanno preso d’assalto la città di Tulkarem e si sono posizionate nel campo di Nur Shams, a nord-est di Tulkarem. Ne è seguita un’operazione militare durata più di 13 ore consecutive, durante la quale le forze di occupazione israeliane hanno vandalizzato e distrutto il campo su ordine degli ufficiali militari israeliani.

Secondo i residenti del campo, “questa incursione è stata la più difficile e pericolosa tra le incursioni militari israeliane”, nonostante l’esposizione dei residenti del campo di Nur Shams a dozzine di incursioni precedenti.

Decine di veicoli militari israeliani hanno preso d’assalto il campo e il quartiere di Manshiyeh. I bulldozer D9 e 5 hanno sabotato e distrutto la strada principale del campo, Nablus Street. Hanno anche distrutto le infrastrutture del campo, comprese la rete idrica e le linee elettriche. Continue reading

Posted in info | Tagged , , , , | Leave a comment

I palestinesi non tacciono sulla violazione di Israele della Moschea Ibrahimi

12 luglio 2024

https://www.middleeastmonitor.com/20240712-palestinians-wont-remain-silent-about-israels-violation-of-ibrahimi-mosque-islamic-jihad/Israeli flags seen on Ibrahimi mosque in Hebron, West Bank on 5 May 2022 [Mamoun Wazwaz/Anadolu Agency]

Ieri il movimento della Jihad islamica ha condannato la violazione da parte delle forze di occupazione israeliane della moschea Ibrahimi nella città di Hebron, a sud della Cisgiordania occupata, e ha avvertito che i palestinesi non taceranno di fronte a questo nuovo “crimine” volto a modificare le caratteristiche della moschea. Le forze di occupazione israeliane hanno sigillato il cortile della moschea Ibrahimi ieri nel tentativo di cambiare le sue caratteristiche, ha detto un funzionario palestinese. Filmati condivisi sui social media sembrano mostrare una gru che posiziona una struttura metallica nella zona.. “Le autorità israeliane sono costantemente alla ricerca di cambiare le caratteristiche della moschea per renderla più simile alle loro,” ha detto all’agenzia Andalou Ghassan Al-Rajabi, un funzionario con l’Hebron Endowments Authority. Ha poi definito la mossa israeliana come un ”assalto grave” sul luogo musulmano di culto.. “La moschea è una dotazione puramente islamica e le autorità israeliane non hanno alcun diritto su di essa”, ha detto.. “Israele sta sfruttando lo stato di guerra [a Gaza] per attuare la loro agenda sequestrando siti sacri”, ha detto Al-Rajabi.

Da parte sua, il movimento islamico Jihad ha detto in una dichiarazione che “Il crimine israeliano contro la moschea fa parte del suo piano di “giudaizzare” siti sacri e destabilizzare la situazione storica, legale e religiosa esistente nella moschea Ibrahimi e cambiare la sua identità islamica.”

Continue reading

Posted in Senza categoria | Tagged , , , , , , , | Leave a comment