Un undicenne tra i nove palestinesi detenuti in Cisgiordania

6 dicembre 2021

http://english.wafa.ps/Pages/Details/127096?fbclid=IwAR1tbaowoHFt7PUbkD7MpfLbRNxC16JS0lgJrMwcPZDoT7ua0Nf4hchGh2E

Le forze israeliane fanno spesso – quasi quotidianamente – irruzione nelle case palestinesi in tutta la Cisgiordania con il pretesto di cercare palestinesi “ricercati”, innescando scontri con i residenti.

RAMALLAH, lunedì 6 dicembre 2021 (WAFA) – Le forze israeliane lunedì notte hanno arrestato almeno nove palestinesi, tra cui un bambino di 11 anni, provenienti da varie parti della Cisgiordania, secondo fonti locali e di sicurezza.

Hanno detto che le forze israeliane hanno arrestato tre palestinesi, tra cui un ex prigioniero e uno studente universitario, dalla città di Silwad, a nord della città di Ramallah.

Ne hanno anche arrestato un altro dopo aver fatto irruzione e saccheggiato la sua casa nella città di Burqa, a nord della città.

I soldati hanno condotto una campagna di ricerca su larga scala a Ni’lin, Deir Qaddis, Kharbatha Bani Harith e Bil’in, un gruppo di città situate a ovest di Ramallah, dove sono entrati con la forza e hanno saccheggiato un certo numero di case, mettendole a soqquadro.

A Gerusalemme, la polizia pesantemente armata e gli ufficiali dei servizi segreti hanno fatto irruzione ad al-Issawiya, un quartiere di circa 20.000 residenti costantemente molestato dalla polizia israeliana e dove chiunque, compresi i bambini, corre il rischio di un arresto arbitrario. Lì hanno perquisito a fondo un certo numero di persone, di case, e hanno preso altre quattro persone, tra cui un ragazzino di 11 anni.

Nel distretto di Hebron, le fonti hanno confermato un simile raid militare nella città di Dura, a sud-ovest della città, che ha portato alla detenzione di un altro.

Le forze israeliane fanno spesso irruzione nelle case palestinesi quasi quotidianamente in tutta la Cisgiordania con il pretesto di cercare palestinesi “ricercati”, innescando scontri con i residenti.

Questi raid, che si svolgono anche in aree sotto il pieno controllo dell’Autorità Palestinese, sono condotti senza bisogno di un mandato di perquisizione, quando e dove l’esercito sceglie in linea con i suoi ampi poteri arbitrari.

Secondo la legge militare israeliana, i comandanti dell’esercito hanno piena autorità esecutiva, legislativa e giudiziaria su 3 milioni di palestinesi che vivono in Cisgiordania. I palestinesi non hanno voce in capitolo su come viene esercitata questa autorità.

K.F.

This entry was posted in info, prigionieri and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *