Il detenuto palestinese Abu Hawash di fronte alla possibilità di morte improvvisa: avvocato dei prigionieri

http://palestineonline.org/

1 gennaio 2022  Palestina occupata (Palestina online)

L’avvocato dei prigionieri palestinesi, Jawad Boulos, conferma, citando medici che conoscono le condizioni di salute del detenuto Hisham Abu Hawash, che “sta affrontando la possibilità di morte improvvisa”, aggiungendo che le sue condizioni sono molto critiche.

Il detenuto palestinese Hisham Abu Hawash ha perso la mobilità dal collo in giù e non è consapevole di ciò che lo circonda, secondo suo fratello [Getty]

 Il prigioniero palestinese Hisham Abu Hawash affronta la minaccia di morte improvvisa, ha detto sabato l’avvocato del PPC Jawad Boulos.

L’associazione dei prigionieri palestinesi riferisce che Jawad Boulos ha affermato, sulla base di un referto medico rilasciato dai medici delle organizzazioni umanitarie, “Il prigioniero Hisham Abu Hawash, che è in sciopero della fame da 138 giorni, affronta la minaccia di morte improvvisa ed è in una situazione molto critica.”

“I medici hanno allegato le note di base e le note chiave nel rapporto, che afferma che il personale medico dell’ospedale si è rifiutato di aggiornarli sulle condizioni di salute di Hisham. I medici che lo hanno visitato non sono stati in grado di comprendere il fatto che i medici degli ospedali precedenti abbiano accettato di trasferirlo di nuovo in prigione, nonostante i rapporti evidenziassero quanto fossero gravi le sue condizioni di salute”, ha detto Boulos.

L’avvocato ha anche sottolineato che i medici sono rimasti scioccati e stupiti, annuendo agli assiomi medici internazionali e locali: i detenuti che superano il 55esimo giorno di sciopero della fame stanno praticamente affrontando la morte improvvisa e devono rimanere in ospedale.

Il PPC aveva ancora una volta fatto appello a tutte le autorità competenti e a tutti i livelli affinché intervengano con decisione per salvare la vita del prigioniero Hisham Abu Hawash prima che sia troppo tardi. Ha sottolineato che la battaglia che Abu Hawash sta conducendo è “una battaglia per ogni palestinese” che ha affrontato e sta affrontando la detenzione amministrativa”.

Istruzioni per rispondere in caso di martirio di Abu Hawash
Fonti hanno riferito ad Al Mayadeen che le istruzioni per aumentare la disponibilità a rispondere in caso di martirio del prigioniero palestinese Hisham Abu Hawash caduto in coma.

Le stesse fonti hanno aggiunto che “le brigate Al-Quds hanno alzato lo stato di allerta e annunciato una mobilitazione generale tra i suoi combattenti a Gaza e nella Cisgiordania occupata”, sottolineando che “‘Israele’ ha la piena responsabilità”.

“I mediatori hanno espresso la loro insoddisfazione per l’intransigenza di “Israele””, hanno riferito fonti.

Fonti di Al Mayadeen hanno confermato che “la leadership della Jihad islamica ha esaurito tutti i mezzi legali di persuasione politica disponibili per salvare la vita di Abu Hawash”.

La Commissione per gli affari dei prigionieri e degli ex detenuti aveva avvertito oggi che le condizioni di salute del detenuto in sciopero della fame si stanno rapidamente deteriorando ed ha raggiunto una fase molto critica e pericolosa.

This entry was posted in info, prigionieri and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *