Prigionieri palestinesi protestano per i predicatori in isolamento

19 marzo 2022

https://www.middleeastmonitor.com/20220319-palestine-prisoners-protest-over-preachers-in-solitary-confinement/

Arabi israeliani sollevano bandiere e cartelli durante una protesta fuori dalla prigione di Megiddo, nel nord di Israele, il 22 agosto 2021, per chiedere il rilascio dei prigionieri dalla loro comunità incarcerati in seguito agli scontri con ebrei israeliani a maggio a Lod e in altre città [AHMAD GHAABLI/AFP tramite Getty Images]

I prigionieri palestinesi nella prigione israeliana di Al-Naqab sono arrabbiati con il servizio carcerario israeliano dopo che i predicatori sono stati messi in isolamento, ha riferito venerdì il Palestine Prisoners Club (PPC).

I predicatori sono stati messi in isolamento dopo aver pronunciato i discorsi del venerdì durante i quali hanno parlato del previsto sciopero della fame previsto per il 25 marzo.

Il servizio carcerario israeliano ha richiesto l’assistenza delle forze speciali israeliane per reprimere i prigionieri, che hanno bussato alle porte delle loro celle in segno di protesta, cantando “Allahu Akbar”.

“Il servizio carcerario israeliano sta minacciando i prigionieri con un attacco su larga scala contro di loro e spruzzando gas all’interno delle loro celle”, ha condiviso il PPC.

Secondo il PPC, da giovedì, la prigione di Al-Naqab è stata testimone della tensione iniziata quando le forze israeliane hanno fatto irruzione in due celle e attaccato i prigionieri.

Il PPC ha affermato che i prigionieri si stanno preparando per uno sciopero della fame il 25 marzo per protestare contro le nuove restrizioni imposte dal Servizio penitenziario israeliano.

This entry was posted in info, prigionieri and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *