Perché i torturatori dello Shin Bet non devono preoccuparsi della punizione

Shin5

Attivisti israeliani mostrano le tecniche di tortura dello Shin Bet durante una manifestazione contro la detenzione amministrativa fuori dagli uffici dell’agenzia, Tel Aviv, 10 dicembre 2020. (Oren Ziv)

Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *